Accusato di violenza sessuale, don Elvio chiede il rito abbreviato

Il viceparroco dell'Annunziata comparirà dinanzi al giudice di Perugia il prossimo 4 marzo
25 febbraio 2014
Teramo - Giulianova

PERUGIA - Comparirà martedì prossimo, 4 marzo, dinanzi al gup del tribunale di Perugia, per rispondere di tentata violenza sessuale, don Elvio Re, viceparroco dell'Annunziata di Giulianova. Il sostituto procuratore Gemma Miliani ha infatti chiesto il giudizio immediato, richiesta alla quale i difensori del prelato, Massimo Spaccasassi e Concetta Colleoni, hanno opposto la propria di giudizio abbreviato. Il sacerdote originario delle Marche, ma da anni in servizi opresso la parrocchia giuliese, seppur ribadendo la sua estraneità ai fatti, spera verosimilmente in uno sconto di pena per la scelta del rito ‘breve’ nel caso di condanna. I suoi legali sono convinti di poter dimostrare l’innocenza del loro assistito, che si trova ai domiciliari in una struttura religiosa dopo un mese e mezzo trascorso in carcere, dopo l'arresto avvenuto lo scorso 17 settembre. Ad accusare il parroco, secondo la difesa con un tranello ben orchestrato, una donna, conoscente del parroco per una frequentazione famigliare con la figlia e oggi parte civile nel prossimo processo. La 50enne, che vive ad Assisi e che il don Elvio sarebbe andato a trovare a casa, racconta che l'uomo avrebbe tentato di stuprarla dopo averle strappato i vestiti. Si era rivolta ai carabinieri della stazione di Santa Maria degli Angeli, ad Assisi, dove sarebbe arrivata con le vesti strappate e in stato confusionale, raccontando ai militari quanto le fosse accaduto. Secondo quanto si è appreso, tra la donna e il sacerdote c’era stato un precedente: una denuncia presentata dalla donna poche settimane prima per molestie telefoniche.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
 

ULTIMI COMMENTI
Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email