Lotto 0, dopo 8 anni ecco lo svincolo della Gammarana (ancora da finire) VIDEO

Taglio del nastro per rotatoria all'Acquaviva e carreggiata da 700 metri che collega alla tangenziale. Il sindaco assicura il pagamento degli espropri
01 aprile 2017
Teramo - Teramo

Video

TERAMO - Il sindaco Maurizio Brucchi ha inaugurato questa mattina lo svincolo del Lotto 0 della Gammarana. I lavori dell’opera, le cui procedure burocratiche e amministrative sono state curate dall’Ufficio Urbanistica del Comune guidato dall’assessore Valeria Misticoni, avevano preso il via il 7 ottobre del 2009 ma erano stati sospesi il 1° dicembre dello stesso anno a causa di problematiche sugli atti espropriativi; la ripresa effettiva dei lavori è avvenuta il 7 luglio del 2014 ed oggi si giunge all’apertura del terzo svincolo (dopo quelli di Teramo Est e Teramo Ovest) dell’arteria che lambisce la città, proseguendo per la Teramo-Mare o verso l’interno del territorio provinciale.
Realizzato da un'Ati con 2,7 milioni di euro. La progettazione dello svincolo è stata curata dalla TPS Ingegneria Srl di Ernesto Martegiani, mentre i lavori sono stati eseguiti da un’Ati composta da CO.BIT. di Di Diodoro Umberto, Costruzioni stradali Armando Di Eleuterio e Di Sabatino Giuseppe e C. Il costo complessivo dell’opera è stato di circa 2,7 milioni di euro.
Svincolo di 700 metri. La carreggiata stradale, a due corsie, si sviluppa tra due rotonde, una interna al Lotto 0 e l’altra adiacente il complesso sportivo dell’Acquaviva, ed è lunga 700 metri. L’arteria è aperta al traffico e rimangono ancora pochi lavori di dettaglio, come ad esempio quelli dei percorsi pedonali protetti, la cui mancanza ha sollevato in questi giorni polemiche, e manca la segnaletica all'inesto con il Lotto 0. Non c'è rampa di accesso in direzione Roma-A24 per cui l'amministrazione comunale deve trovare i fondi.
Polemica sugli espropri. Il sindaco Brucchi, sollecitato anche da alcuni residenti e proprietari di terreni che lo svinvcolo attraversa, ha affrontato il nodo degli esprori dei terreni, che non sono ancoa stati pagati e su una parte pende ancora un contenzioso. «E' gente che dovrà essere pagata: chiuderemo anche il contenzioso e daremo nel frattempo anche un anticippo in attesa che l'organo giudiziario stabilirà il quantum». 

 

Al taglio del nastro erano presenti l'assessore ai Lavori Pubblici, Franco Fracasa e al decoro cittadino, Silvio Antonini, il presidente del Consiglio comunale, Milton Di Sabatino e i rappresentanti delle ditte esecutrici del lavoro.

 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • Fausto
    Scritto il 03 aprile 2017 alle ore 12:24:00

    Provate a prendere la strada per l'Aquila . Che cagata

  • francesco
    Scritto il 02 aprile 2017 alle ore 08:56:00

    Ci sono passato sabato sera. Tutto bello... ad eccezione del fondo stradale pieno di avvallamenti. Vi prego di andare a controllare:sembra di stare sulle montagne russe. Ma perchè nessuno lo dice?

 
ULTIMI COMMENTI
Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email