Quartiere San Giorgio: «Perchè ci parcheggiano tutti?», chiede De Sanctis (Pd)

Nonostante l'ordinanza riservi la sosta agli autorizzati: per il consigliere Dem i controlli mancano perché il Comune teme ricorsi
19 ottobre 2016
Teramo - Teramo

TERAMO - Dopo un lungo periodo di silenzio, c'è qualcuno che riaccende i riflettori su un argomento delicato, in passato al centro di polemiche, ma stranamente passato nel dimenticatoio: la sperimentazione della sosta riservata nel quartiere San Giorgio. A riaccendere la fiammella della discussione, è il consigliere comunale Ilaria De Sanctis del Partito democratico. Un intervento, il suo, che punta il dito sull'assoluta indifferenza, colpevole e complice del problema. del Comune nel fare controlli su chi effettivamente sosta in zone riservate.

«L'ordinanza di Brucchi prevede che solo “i residenti, i dimoranti, i proprietari e/o commercianti, i professionisti aventi residenza/dimora/proprietà e o sede dell’attività” potevano parcheggiare nel quartiere San Giorgio e solo se muniti di apposita autorizzazione rilasciata dal comune. Senza lo speciale contrassegno (quello di colore verde con il marchio SG, ndr) esposto all’interno del perimetro del quartiere - scrive il consigliere comunale De Sanctis -, non sarebbe più possibile parcheggiare... e si prevedono sanzioni amministrative pecuniarie per l’utilizzo improprio, per la mancata esposizione o l’uso di fotocopie dei contrassegni». E' vero, senza autorizzazione e senza speciale contrassegno esposto, non si può parcheggiare: «La realtà - dice il consigliere dem - invece, è un’altra: chiunque parcheggia, sia chi è munito di speciale permesso sia chi il permesso non ce l’ha. Sindaco perché la sua ordinanza non viene rispettata e non viene fatta rispettare?». Un sospetto il consigliere di opposizione lo ha: forse il sindaco, dice, sa che la sua ordinanza presenta incongruenze rispetto al codice della strada, in particolare all'articolo 7, per cui il Comune «chiude gli occhi e lascia nel dimenticatoio la sua ordinanza, onde evitare di essere sommerso da una nuova ondata di ricorsi?» 

«Qualsiasi sia la risposta - conclude Ilaria De Sanctis -, rimane la delusione dei tanti residenti che, pur muniti di permesso speciale, non trovano uno stallo libero per colpa dell’ ennesimo pasticcio a firma di Brucchi&co».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
 

Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email