Rimborsi, Alfano e Quagliariello “blindano" Chiodi

Applausi e sostegno al Governatore alla convention di Ncd al Parco della Scienza. Tancredi: «Non fermerà il nostro percorso politico con Gianni un'inchiesta su cinque scontrini»
26 gennaio 2014
Teramo - Teramo

Video

Galleria fotografica

Clicca sulle foto per ingrandire

TERAMO - Gianni Chiodi non rilascia dichiarazioni all'arrivo al Parco della scienza, per una visita di cortesia agli amici di coalizione del Nuovo Centro Destra e al ministro Alfano. Con il “Foglio“ sottobraccio, con la eloquente foto di Totò Riina in prima pagina, e il sorriso ironico che accompagna la mano nell'indicarla, il Governatore Chiodi ha "dribblato" i giornalisti stringendo mani e accomodandosiin prima fila accanto al sindaco Brucchi. A pronunciare una difesa d'ufficio dell'esponente di Forza Italia, ci hanno pensato prima il ministro per le riforme, Gaetano Quagliariello e poi il vicepremier e ministro dell'Interno, Angiolino Alfano, che hann preceduto la violenta arringa dell'onorevole Paolo Tancredi: «Non basta una inchiesta su cinque scontrini senza nemmeno la giustificazione a fermare il nostro percorso politico con Gianni Chiodi. Chiodi - ha aggiunto Tancredi al pubblico presente in sala - è il nostro candidato e saremo con lui fino alla fine». Il ministro Quagliariello aveva aperto i commenti sulla vicenda della inchiesta sui rimborsi spesa alla Regione Abruzzo: «E' stato detto dal presidente Chiodi che gli aspetti penali dell'inchiesta non sono rilevanti; questo andrà valutato e approfondito dalla magistratura. Ci auguriamo e faremo di tutto che il centro della campagna elettorale non sia una inchiesta giudiziaria, che questa campagna elettorale si possa basare sui risultati politici che sono stati fin qui raggiunti e sui programmi di tutti i partiri. Questo non vuol significare una richiesta di impunità, ma è richiesta di dare alla politicia quel che la politica deve pretendere». Se l'indagine potrà incidere sulle liste e sulla campagna elettorale, Quaglieriello è stato chiaro: «Noi faremo delle liste molto, molto forti e per quel che ci riguarda l'inchiesta tocca solo marginalmente nostri esponenti. Le liste vengono fatte tenendo conto di valutazioni politiche, non giudiziarie; noi siamo stati sempre garantisi, innazitutto per gli altri e non per noi stessi, non faremo una valutazione apriostica, faremo le nostre valutazini ma al tempo debito». E su Chiodi candidato, «noi difendiamo l'operato di questa giunta, lo facciano in maniera convinta. Pensiamo che qui si è fatto bene in una situazione di grande difficoltà e pensiamo che la politica deve essere sempre una comparazione tra il prima e il dopo: se compariamo l'operato di questa giunta a quelle che l'hanno preceduta, la comparazione è nettamente a favore di quello che ha fatto questa giunta. Lo ripeto - ha concluso Quagliariello -, noi appoggeremo questa giunta: lo faremo pretendendo però lo stesso rispetto per i nostri candidati». E il dulcis in fundo è stato offerto da Angiolino Alfano, prima ai giornalisti e poi in sala, dove ha strappato un lungo applauso, invitando Gianni Chiodi ad alzarsi: «La magistratura farà il suo lavoro; noi abbiamo sempre considerato Gianni Chiodi una persona perbene e non abbiamo cambiato giudizio. Crediamo che chiarirà al più presto, perchè davvero pensiamo che sia una persona perbene che ha governato bene questa regione senza intascare nemmeno un euro, e che può fare ancora meglio. Penso che l'Abruzzo abbia ottenuto in questi anni risultati erccellenti, per cui Chiodi merita la riconferma».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • Indignado$
    Scritto il 01 febbraio 2014 alle ore 16:26:00

    E' proprio qui il caso di dire ciucci e presuntosi, fanno sperpero del nostro denaro e vogliono anche essere considerati santarelli. Andatevene in esilio senza farvi piu' rivedere fareste piu' bella figura.

  • francesco
    Scritto il 27 gennaio 2014 alle ore 09:42:00

    Come si fa a far capire a questa gente che il problema non sono "i cinque scontrini",ma ben altro?Chi si appropria - spesso per fame - in un supermercato di due scatolette di tonno,se scoperto,viene costretto a lasciare la merce,viene denunciato e ne pagherà le conseguenze per l'atto compiuto.Cosa cambia in una amministrazione pubblica? Non è richiesta la salvaguardia di ciò che è di tutti? Ormai,questo semplicissimo principio,sembra un optional e si cerca di minimizzare sempre tutto mentre la Nazione va verso lo sfascio!!

  • Lino
    Scritto il 27 gennaio 2014 alle ore 09:36:00

    Falliti........

  • luca 94
    Scritto il 26 gennaio 2014 alle ore 19:55:07

    Che schifo I soliti maiali con le panze piene di certo non ci daranno un futuro certo ...che Dio ce ne lideri luca 94

  • Luca LC
    Scritto il 26 gennaio 2014 alle ore 17:06:00

    Un cane da compagnia anche quando è senza guisaglio rimane comunque il miglior amico del padrone...

  • Kit Karson
    Scritto il 26 gennaio 2014 alle ore 17:04:00

    Che Vergogna ! Pena !

  • Paolo Albi
    Scritto il 26 gennaio 2014 alle ore 15:21:00

    Che esemplare Ministro dell'Interno! Proprio all'altezza delle più nobili tradizioni della Destra Storica di Ricasoli e Minghetti! E lasciamo perdere Quagliariello:è solo un poveraccio! Che vergogna, ragazzi!

 

Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email