Sciopero della fame per aiutare Liliana ad avere l'ascensore

Il dramma di Colleatterrato: domani il marito e il blogger Falconi protestano per avere risposte dall'Ater
07 marzo 2014
Teramo - Teramo

Galleria fotografica

Clicca sulle foto per ingrandire

TERAMO - Da oltre un anno convive con la tremenda condanna della Sindrome laterale amiotrofica (Sla) e con l'indifferenza dell'Ater, che non interviene ad esaudire la sua richiesta, che è quella di altri condomini invalidi dello stesso palazzo, di installare un ascensore. La vicenda di Liliana Serafini adesso diventa ancor più 'rumorosa' per via della protesta che da domani, in coincidenza simbolica con la festa della donna, il marito Tonino e il blogger Giancarlo Falconi avvieranno, con lo sciopero della fame. La donna è adesso ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Mazzini per un recente crisi respiratoria. Un anno fa, dopo inutili e vane proteste, ha protocollato all'Ater di Teramo la richiesta di installazione di un ascensore col quale raggiungere la sua abitazione al quarto piano ma per permettere di farlo anche ad altri due invalidi, al 100 e al 75 per cento, che vivono nello stesso condominio in via Giovanni XXIII nel quartiere popolare di Colleatterrato. Ogni qualvolta la donna ha necessità di muoversi viene sorretta a braccia dal marito e dal figlio che la accudiscono quotidianamante.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • Patrizio U.
    Scritto il 11 marzo 2014 alle ore 16:44:00

    Non mi interessa chi sarà sindaco, per me sono tutti incapaci compreso il sindaco uscente. L'importante è la chiarezza, Falconi non è quel buon samaritano che vuole sembrare.

  • Ivana
    Scritto il 11 marzo 2014 alle ore 16:40:00

    Bella scoperta, che Falconi fa campagna elettorale è cosa nota a tutti.

  • cittadino
    Scritto il 11 marzo 2014 alle ore 16:19:00

    Signor Patrizio U, tutti i giorni do una sbirciata ai blog e alla stampa locale, ma non mi è capitato di leggere del sostegno di Falconi a questo o quel candidato sindaco. Eppure un'idea ce l'avrà anche lui, ed è un suo diritto scegliere secondo i suoi personali convincimenti. Però la ringrazio per la dritta. Se fosse vero quanto lei afferma, vorrebbe dire che Graziella Cordone merita di essere votata e sostenuta. Piuttosto, mi sembra che di fronte ad un caso umano da risolvere, sia lei a fare campagna elettorale contro. A favore di chi?

  • Patrizio U.
    Scritto il 10 marzo 2014 alle ore 15:14:00

    Ma basta con queste farse da piccola politica. I teramani non sono stupidi e sono in moltissimi a pensare che il Falconi sta facendo campagna elettorale per la Cordone e Di Bonaventura.

  • ferruccio
    Scritto il 09 marzo 2014 alle ore 10:38:00

    Il sig. Pierangeli questa mattina scriveo su "I due punti", rivolgendosi direttamente a Falconi: "..fatti dire da Tonino che fine aveva fatto la sua richiesta! Poi a seguito di quello che ti dirà Tonino, abbiamo rifatto la ricognizione nuovamente di tutte le richieste..." Poi scrive tante altre cose molto interessanti su quanto sia macchinoso l'iter tecnico burocratico. A me però ha colpito quella frase. Vede @Valentino P., quella frase di Pierangeli a me fa pensare che Tonino e Liliana siano state VITTIME: vittime di un mondo sporco, corrotto, infido, baro e cinico oltre che della malattia. A quelle che a me sembrano le VITTIME di questa vicenda va la mia vicinanza e la mia solidarietà. La mia stima a Falconi, che la propria solidarietà la esprime sul campo, col corpo, con la mente e col cuore. Un'ultima cosa, @Valentino P.: Lei dovrebbe riconoscere che la risposta che mi ha fornito alle 15.58.00 gliel'ha suggerita Falconi stesso col suo "I due punti", che ancora una volta si dimostra strumento di informazione insostituibile, unico ed originale!!

  • Giancarlo Falconi
    Scritto il 08 marzo 2014 alle ore 16:02:00

    Vi consiglio di vedere questa intervista al Tg 8 Vi auguro di non ammalarvi di SLA o di altre simili mortali malattie. https://www.youtube.com/watch?v=Sm4fxUIcjTU&feature=youtube_gdata_player

  • Valentino P.
    Scritto il 08 marzo 2014 alle ore 15:58:00

    Ah ah, ecco la risposta a Ferruccio alias Giancarlo. Il grande autogol, Falconi è stato costretto ad ammettere che l'ATER il 3 marzo ha firmato la richiesta di abbattimento delle barriere architettoniche. Leggete l'articolo e l'ammissione di superflop. http://www.iduepunti.it/la-voce/8_marzo_2014/sla-primo-giorno-di-sciopero-della-fameintanto-pierangeli

  • Pierluigi
    Scritto il 08 marzo 2014 alle ore 09:27:00

    Siete un branco di IPOCRITI, io non auguro a nessuno di trovarsi nella situazione della Sig.ra Liliana. Quindi l'azione del Sig. Tonino e del Sig. Giancarlo è un atto dovuto. Aiutate invece di stare sempre a criticare e strumentalizzare. Forse la vostra fede politica ve lo impedisce?

  • ferruccio
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 19:35:00

    @Valentino P., Lei sarebbe così cortese da indicare dove possiamo leggere anche noi un comunicato ufficiale ATER attraverso il quale Lei è venuto a conoscenza del fatto che "alla ATER hanno già deciso di risolvere il problema"? Personalmente gliene sarei molto grato, ma non le nascondo che, senza pregiudizi, per carità, dubito Lei fornirà tale indicazione.

  • Valentino P.
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 18:35:00

    Mi permetto di dire la mia senza pregiudizi. Secondo me è troppo facile fare delle proteste tipo quella del sig. Falconi quando si sa che alla ATER hanno già deciso di risolvere il problema. Direi che è un comportamento infantile quello di volersi appendere per forza delle medaglie da super eroe. Certi problemi esistenziali vanno risolti in modo diverso.

  • ferruccio
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 18:28:00

    @Raffaele 89, come ho già avuto modo di scrivere altre volte, il sottoscritto appare su queste pagine spesso e volentieri a commentare i più svariati argomenti, certamente molte ma molte più volte di quante non appaia Giancarlo Falconi. Viceversa è solo quando si parla di Giancarlo Falconi che su queste pagine spuntano fuori, come funghetti, detrattori ed insinuatori di cui in nessun'altra occasione capita di leggere alcunché. Ci faccia caso...

  • Raffaele 89
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 17:57:00

    Come sempre Falconi fa il piagnone e appare Ferruccio. Siamo seri per favore.

  • ferruccio
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 17:08:00

    Se conosciamo la triste vicenda della sig.ra Liliana e degli altri inquilini ATER anch'essi invalidi, lo dobbiamo all'impegno civile di Giancarlo Falconi che per mesi ha raccontato e reso pubblica questa dolorosa vicenda, purtroppo non ancora conclusa positivamente. Aspetto di conoscere le iniziative "credibili" e "non strumentali" che nel frattempo hanno intrapreso @Roberto e @Caterina, così potrò pubblicamente ringraziare anche Loro come, per il momento, ringrazio Giancarlo Falconi.

  • Luisa
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 17:06:00

    Non è la prima che si strumentalizza quindi non mi stupisce.

  • cittadino
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 15:41:00

    Caterì, se al posto di quella donna ci fossi stata tu, probabilmente non avresti parlato di strumentalizzazione.

  • Roberto
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 15:38:00

    Le pseudo iniziative del gattiano Falconi non sono più credibili.

  • Giancarlo Falconi
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 14:39:00

    Cara Signora caterina, seguo la storia di Tonino e Liliana da oltre un anno. Ho scritto circa 30 articoli e girato almeno tre video. Sono amico personale della famiglia Serafini e nessuno si può permettersi di accusarmi di strumentalizzazione. Non sono un candidato ma un cittadino libero da ogni impegno politico e non permetterò a nessun candidato di mettere la faccia in questa lotta sociale.Le scrivo per invitarla a unirsi a noi. Ne sarei contento e onorato. Grazie.

  • Caterina
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 14:00:00

    Qualcuno deve strumentalizzare pure questa povera donna. Oramai ci siamo abituati.

  • Pierluigi
    Scritto il 07 marzo 2014 alle ore 11:55:00

    Sempre la solita storia! Le autorità se ne infischiano dei problemi dei cittadini. Sarei curioso di sapere se al posto della Sig.ra Liliana,ci fosse stata una madre di un politico.In quanto tempo avrebbero installato un ascensore? Al Sig. Tonino ed al mitico Giancarlo Falconi il mio più grande sostegno. Non mollate!

 
ULTIMI COMMENTI
Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email