Sconfitta centrodestra in Provincia: per Rudy Di Stefano è del sindaco

L'assessore sostituito in giunta punta il dito contro la politica dei 'rimpastini' e della "mala educazione" dei consiglieri
10 gennaio 2017
Teramo - Teramo

TERAMO - Per l'ex assessore Rudy Di Stefano dopo il piano neve anche la sconfitta elettorale nel rinnovo del consiglio provinciale è colpa del sindaco Maurizio Brucchi. All'indomani della perdita da parte del centrodestra di un consigliere (da 6 a 5), ad opera del voto 'traditore' di due consiglieri comunali della semi-maggioranza del capoluogo, Di Stefano spiega questo con la politica dei "rimpastini" operata dal primo cittadino, che non ha saputo gestire la "mala educazione" dei suoi consiglieri di «mettere al primo posto le ambizioni personali in barba all'interesse collettivo». Di Stefano ha di fatto lanciato la sua campagna elettorale, definendo chiusa l'era del "modelo Teramo": «Se si vuol davvero amministrare seriamente, mettendo al centro le problematiche della Città, rigenerando profondamente nel metodo e nel merito il centrodestra beh... allora bisogna guardare in faccia alla realtà e dire le cose come stanno: ciò si è verificato perché l'allenatore, in primis, ha ripudiato da tempo il gioco di squadra, applicando lo schema del "dividi et impera", questo forse ti fa vincere qualche partita però, non solo non ti fa vincere il campionato, ma ti porta direttamente verso una sonora retrocessione (e purtroppo retrocede anche la Città)». Per Di Stefano «si è deciso di andare avanti a suon di verifiche e rimpastini, arrivando ad oggi scoprendo che il sindaco, dopo aver perso la maggioranza uscita dalle urne, ha perso anche quella consiliare. Ritengo che non sia troppo tardi - conclude l'ex assessore della lista Futuro In -, che si possa azzerare tutto e ripartire con una nuova proposta politica, che si faccia chiaramente giudicare prima dai cittadini e non dai tavoli politici, altrimenti prima o poi si voterà e ci penserà l'elettorato a cacciare "i mercanti dal tempio"».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
 

Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email