Ordine Ingegneri di Teramo contro la Regione Abruzzo

Le stabilizzazioni di Abruzzo Engineering escludono concorrenza e merito
06 agosto 2015
Teramo - Teramo

TERAMO - Abruzzo Engineering è diventata, di fatto, in seguito alle decisioni del Consiglio regionale, una società in house della Regione stessa. Questo afferma (e questo preoccupa) l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Teramo, che si affida al presidente, Alfonso Marcozzi, per scrivere alla Regione, a tutti i Consigli di ingegneri e Architetti d’Abruzzo e al Consiglio nazionale. Quale prezzo, non solo economico, ha questa operazione? E’ la prima domanda di Marcozzi, che ricorda che solo il costo del personale appena stabilizzato (160 impiegati, 9 dirigenti amministrativi e 1 direttore) si aggira già sui 3 milioni di euro l’anno. Secondo punto: un’ampia e partecipata procedura concorsuale avrebbe garantito la concorrenza alla base di ogni affidamento/assunzione, invece si è trasformato il personale di una partecipata in dipendenti della Pubblica Amministrazione. E ancora: perché le procedure di affidamento di servizi di ingegneria ed architettura sono aperti alla libera concorrenza con i bandi pubblici e invece le posizioni occupazionali di una società pubblica non vengono scelte con mezzi che assicurino merito e conoscenza? “L’Ordine di Teramo sarà attento - si legge nella lettera - affinchè ogni azioni, progettazione e servizio affidato ed eseguito dalla società in house Abruzzo Engineering avvenga secondo le effettive capacità tecniche professionali della stessa, evitando di produrre distorsioni al mercato, nel rispetto dei principi fissati dagli ordini Comunitari preposti alla tutela della libera concorrenza”.

 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • povereavoi
    Scritto il 06 agosto 2015 alle ore 11:02:00

    PAURAA Una casta che ha paura di un'altra casta.

 

ULTIMI COMMENTI
Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email