Veto su Tiberii al Bim: D'Ignazio (Ap) scrive a Minosse per far intendere a... Gatti

Il consigliere regionale del partito di Paolo Tancredi attacca su Fb il Pd ma avverte: «Se ci sono accordi diversi difficile ritrovare una unità»
06 maggio 2017
Teramo - Teramo

TERAMO - Le due ultime poltrone dell'esecutivo del Bim 'scottano' e alimentano l'ennesima polemica politica dal sapore molto ma molto trasversale. Il veto opposto dal segretario Pd, Gabriele Minosse, sul nome di Pasquale Tiberi quale delegato del Comune di Teramo, ha riaperto un fronte di contrapposizione che proprio al Bim sembrava chiuso da tempo, e nel contempo rischia di segnare una profonda frattura all'interno del centrodestra, almeno di quegli ultimi pezzi della coalizione, che tra l'altro mantiene ancora in piedi l'amministrazione Brucchi. Frattura che si legge evidente attraverso le parole dell'intervento del consigliere regionale Giorgio D'Ignazio, che utilizza il suo profilo Facebook per scrivere a Minosse ma per far capire a qualche altro politico cittadino. «E' risibile la scusa che Pasquale Tiberii con la sua nomina risolverebbe la crisi al Comune di Teramo. Beh, ricordo a Minosse che Alternativa Popolare e Pasquale hanno sempre dato massimo sostegno alla giunta Brucchi, ma soprattutto è risibile la scusa che la città di Teramo non faccia parte della montagna: caro segretario, Teramo partecipa al Bim con gli stessi diritti degli altri comuni e poi... Teramo no e Bellante si???». D'Ignazio, ricordando l'incarico gratuito che rivestirebbe Tiberii essendo consigliere comunale, parla di «beghe di paese» all'origine del veto e invita Minosse a rispettare gli accordi, «soprattutto quando si tratta di due membri spettanti alla minoranza». Se non fosse così, D'Ignazio avverte la 'sua' coalizione: «Mi auguro ora che non ci siano ulteriori accordi che a noi sfuggono - conclude - ma di cui i vari organi di stampa e gli addetti ai lavori già paventano, perché se così fosse sarebbe davvero difficile ritrovare, in futuro, un'unità». E a considerare dai nomi di chi posta "like" e commenti, almeno Alternativa popolare, cioè il partito di Paolo Tancredi, è tutto su questa linea.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle Comunicazione Snc da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
 

Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email