Vendiamoci il Teatro Romano e difendiamoci dai delinquenti

Chiodi critica Brucchi: ma se è stato lui a decidere di fargli fare il sindaco...
05 luglio 2015

Il sindaco Brucchi, Teramo nostra, Pannella e tutta la sarabanda hanno incontrato il ministro Franceschini, il quale ha promesso che verrà a Teramo, ha promesso mari e monti per il Teatro Romano, opera insostituibile e preziosissima. Io, a questo punto della storia, dico al Ministro: "Caro Ministro, venga qua, si prenda l'anfiteatro, se lo porti a Roma, lo metta dove crede e a noi dia dei soldi: noi con quel denaro un po' ci manteniamo gli immigrati che tanto ci toccano per forza, è inutile che facciamo tutte queste storie, tanto vale che ci facciamo la pace e chi ci conviviamo bene insieme. Come ci insegna la grande Coppa Interamnia, che li farà sfilare in apertura dei giochi. Con il resto dei soldi prendiamo della polizia privata che ci difenda dalle ruberie di tutti quelli che non sono immigrati che vengono qui a cercare lavoro, libertà, protezione. Cioè polizia privata che ci difenda dai delinquenti. E se vuole, Ministro, oltre al Teatro Romano, si può prendere anche qualcosa in più". Forse Franceschini potrebbe anche prendersi il sindaco Brucchi, almeno stando a quanto ha detto un altro sindaco di Teramo (ex) ed (ex) governatore della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, il quale insieme con i pulcini che aveva allevato, adesso sta cominciando a criticare Brucchi, che è sempre sotto esame. Non si capisce mai se Brucchi è sotto esame/accusa per colpa della sua giunta o per colpa sua. E questo è il buffo della situazione, perchè la giunta di Brucchi non l'ha composta Brucchi, l'hanno composta tutti gli altri, che criticano la giunta attraverso le critiche a Brucchi, dunque se stessi. E sembra invece che quella giunta ce l'abbiamo messa noi cittadini e sembra che il sindaco Brucchi l'abbiano candidato quelli di Giulianova. Invece è stato sempre l'ex sindaco e governatore emerito della Regione Abruzzo Gianni Chiodi a candidare il buon Brucchi. Perchè con il disinteresse che Chiodi e i pulcini avevano per la politica, l'assoluto senso di superiorità, il distacco dalla MISERIA teramana, presi dalla loro propria luce e bellezza, hanno detto: "Noi, andiamo, perchè è ora che voliamo ancora più alto. Qui ci lasciamo Brucchi perchè tanto va bene così". Ora, magari Brucchi sarebbe potuto andare bene davvero (non lo so e a questo punto non mi riguarda e soprattutto non mi interessa), il problema è che "Qui a Teramo ci lasciamo Maurizio tanto va bene così..." è significato anche lasciarlo nella completa impossibilità di gestire qualcosa, lasciarlo con una spartizione dei pulcini di Chiodi che faceva e fa, ancora oggi, veramente ORRORE. Così Brucchi non ha potuto nemmeno dimostrare eventualmente quanto NON VALE perchè la sua giunta è arrivata prima di lui. Pensate un po' che regalo che gli hanno, che CI hanno fatto. E sentire oggi che sempre con la solita puzza sotto il naso si critica Brucchi e la sua giunta (lo fanno Chiodi, i pulcini, alcuni diventati nel frattempo galletti, altri anche ormai senza piume, ma lo fanno tutti) grida veramente vendetta al cospetto di Dio. E allora, se Franceschini volesse venire a Teramo e portarsi via il Teatro Romano, sinceramente a me, a questo punto, non me ne fregherebbe più niente perchè di questo aspetto della Città, quella FALSA, cattiva e che è utilizzata SOLO come trampolino, proprio non mi importa nulla.

 

counter
 

ULTIMI COMMENTI
Loading...
ISCRIZIONE NEWSLETTER »
Iscriviti alla Newsletter per avere tutte le notizie del giorno nella tua email