Missione in Afghanistan

'La Casa delle Libertà sarà unita nel proporre una mozione parlamentare che ribadisca la continuità del nostro impegno nell'ambito della missione Onu. E su questo, ci aspettiamo che possano convergere i senatori e i deputati di maggioranza che in passato hanno sostenuto il dirittodovere dell'Italia di essere presente, quando un intervento di pace si svolge sotto l'egida delle Nazioni Unite'.

Lo afferma il leader dell'opposizione Silvio Berlusconi, sottolineando che il centrodestra 'eviterà un nuovo disimpegno come quello dall'Iraq' e che comunque 'non abbandoneremo i nostri soldati'.

'L'interesse e il prestigio dell'Italia, il consolidamento della pace e della democrazia nel mondo, sottolinea sono per la Casa delle Libertà valori di riferimento irrinunciabili. Vengono prima di ogni tattica politica e di ogni interesse di parte. Per questo il nostro governo aveva deciso l'invio di un contingente militare in Afghanistan, nel quadro di un mandato delle Nazioni Unite: soldati italiani che con grande sacrificio, dedizione e coraggio stanno svolgendo una missione preziosa'.

'I nostri militari in Afghanistan dice ancora Berlusconi si sono guadagnati, ed hanno guadagnato all'Italia, la stima e l'ammirazione della comunità internazionale, oltre alla gratitudine del popolo e del governo afghano. Per quel paese infatti l'aiuto dei paesi liberi è fondamentale per far crescere la democrazia e la sicurezza in una terra che ha sofferto nei decenni scorsi vicende cos_ tormentate e sanguinose. Siamo persone serie, e coerenti. Non permetteremo certo che i nostri soldati in Afghanistan vengano abbandonati a se stessi, nè che si determinino le condizioni per un altro vergognoso disimpegno come quello annunciato per l'Iraq'.

'La sinistra conclude infine il leader della Cdl che dovrebbe essere maggioranza nelle due Camere, non è in grado in realtà di assicurare un voto parlamentare che garantisca la continuità degli impegni di pace dell'Italia. Come era facile prevedere, il ricatto irresponsabile della sinistra radicale rischia di prevalere'.  

Leave a Comment