Invece dei gioielli due suole per mocassini

NERETO Aveva deciso di fare un regalo alla moglie, comprarle un cofanetto di gioie senza spendere troppo, attratto da quegli oggetti in oro esposti dalla televendita. E così G. F. , 70enne di Nereto, ha deciso di telefonare al numero telefonico indicato in sovrimpressione sullo schermo televisivo durante il programma messo in onda su una televisione privata locale e ha seguito la procedura per comprare un cofanetto che contenesse una serie di anelli preziosi. Quando il corriere ha suonato alla porta di casa sua e gli ha chiesto il versamento in contrassegno di 118 euro è apparso soddisfatto dell'acquisto, preprandosi ad aprire il pacchetto spedito dalla società  che gestiva la televendita. Contento lo è stato un pò meno quando ha aperto la scatola e controllato il contenuto: due suole in gomma per mocassini. Avrà  pensato a un errore del corriere o della stessa società  presso la quale aveva acquistato il prodotto, senza per nulla riflettere sul significato metaforico della merce ricevuta. Ha rimandato indietro il pacco e dopo qualche giorno il corriere ha suonato ancora una volta alla sua porta: ha pagato il corrispettivo della spedizione, ancora a suo carico, e ha aperto ma dentro c'erano ancora due suole. Stavolta era chiaro che la truffa era compiuta e la merce ricevuta era proprio quella che altri, dall'altra parte dello schermo tv, gli avevano rifilato: una "sola". A G. F. non è rimasto altro che rivolgersi ai carabinieri che al termine di una breve indagine hanno denunciato a piede libero, per truffa, il rappresentante legale della società  che gestisce ilprogramma televisivo di vendita per corrispondenza, che ha sede a Milano. L'anziano, però, i soldi non li ha avuti indietro e soprattutto, non ha potuto fare il desiderato regalo alla moglie.

Leave a Comment