Coppa Italia di C: il Teramo batte 1-0 la Pro Vasto

TERAMO Il Teramo batte 10 la Pro Vasto, nella gara di andata della fase finale di Coppa Italia. A decidere il match, un autorete del vastese Testa, che al 20° del primo tempo ha indirizzato la sfera, su cross di Niscemi, nella propria porta. Un test che è servito al tecnico Gabetta per valutare le condizioni di quei giocatori che nell'ultimo periodo, hanno giocato decisamente poco. La Pro Vasto, che ha sempre subito l'iniziativa biancorossa, ha sbagliato, sempre nel primo tempo, un calcio di rigore concesso per fallo di Gargiulo su Ceravolo. Il tecnico biancorosso, ha mandato in campo le cosiddette seconde linee che hanno dimostrato di poter essre pronti per una chiamata nell'undici base. Anche l'allenatore ospite ha schierato una formazione rimaneggiata, dimostrando di pensare esclusivamente al prossimo impegno di campionato. Davanti a pochi intimi, le due squadre non si sono risparmiate, dando vita ad un primo tempo abbastanza piacevole e ricco di emozioni. All'11° il Teramo si rende subito pericoloso. Preciso l'assist di Capodaglio per Amodeo, la cui conclusione, però, termina a lato. Sempre Capodaglio in evidenza al 13°. Il tiro del centrocampista finisce di poco a lato dopo uno scambio con Chiarotto. La Pro Vasto abbozza un tentativo di pressing, ma sono i teramani a fare la partita. La punizione di Romano al 15° è perfetta per l'accorrente Schettino, che da buona posizione calcia debolmente, chiamando alla deviazione in angolo il portiere ospite. Al 20° il Teramo trova la rete del vantaggio. Azione pregevole di Niscemi dentro l'area Vastese, dribling secco su due avversari e cross velenoso al centro dell'area. Sulla traiettoria della sfera si trova il difensore ospite Testa che, nel tentativo di rinviare, inganna il proprio portiere. Sulle ali del vantaggio il Teramo spinge ancora sull'accelleratore. Al 22° Amodeo pesca bene Chiarotto che riesce anche a saltare il portiere in uscita, ma il suo cross, al centro dell'area, non è raccolto da nessun compagno. La Pro Vasto si vede per la prima volta al 27°. Gargiulo, nel tentativo di rinviare il pallone, prende anche il piede dell'avversario dentro l'area biancorossa. Per l'arbitro non ci sono dubbi nell'assegnare il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Testa, ma la sua conclusione violenta sbatte sulla traversa interna, pemettendo alla difesa teramana di liberare. Al 43° il Teramo potrebbe raddoppiare. Sulla punizione di Chiarotto, prima Thiago, poi Niscemi non riescono a concludere di testa davanti alla porta. La palla arriva a Gargiulo che di potenza chiama il numero uno vastese alla deviazione in angolo. Sugli sviluppi del corner, battuto da Chiarotto, Amodeo stacca bene di testa colpendo il palo alla destra di Sollitto battuto. Nella ripresa i due allenatori cambiano alcune pedine. Nel Teramo entra Migliaccio al posto di Gargiulo e nella Pro vasto Negro al posto di Fiore. Il clichè della gara non cambia, è sempre il Teramo a fare la partita riuscendo bene a contenere gli avversari. Al 22° un fallo evidente su Thiago, non viene sanzionato dal mediocre Mannella di Avezzano. Gabetta dalla panchina protesta e viene allontanato dal direttore di gara. Al 25° Capodaglio non centra di poco il bersaglio, mentre al 31° il portiere ospite deve intervenire su una punizione battuta bene da Romano. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio dell'arbitro che decreta la vittoria del Teramo, in attesa della gara di ritorno che si giocherà il prossimo 1 Novembre, in campo neutro per l'indisponibilità dello stadio Aragona di Vasto. TERAMO: Scarabattola, Russo, Schettino, Gargiulo (1°st Migliaccio), Cascone, Chiarotto (17°st Catinali), Thiago, Capodaglio, Amodeo, Romano, Niscemi (3°st La Vecchia). A disposizione: Paoloni, D'Alessandro, Margarita, Myrtaj. All. Gabetta. PRO VASTO: Sollitto, Borriello, Paruta, Rapino, Aquino, Testa, Mottola, Cazzola, Ceravolo (33°Provinciali), Fiore (1°st Negro), Somma. A disposizione: Aridità, De Cillis, Forino, Triglione, Orsitti. All. Puccica. ARBITRO: Mannella di Avezzano. RETI: 20°pt. autorete Testa. NOTE: Spettatori 200 circa. Angoli 33. Espulso al 22° del secondo tempo, per proteste, il tecnico del Teramo Gabetta. Ammoniti: Schettino, Chiarotto e Migliaccio (Teramo), Rapino (Pro Vasto).

Leave a Comment