Il gradimento dei Sindaci

Secondo alcune anticipazioni autorevoli (il quotidiano 'il Centro' annuncia quanto pubblicherà il 'Sole 24 ore')  il Sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso è uno dei Sindaci (e la S in questo caso deve essere maiuscola) che piace di più in Italia. Cioè i Pescaresi sono tra i più soddisfatti del proprio primo Cittadino (e qui la maiuscola spetta alla C). I parametri per la valutazione sono ovviamente diversi e puntuali, ma quel che forse val la pena di guardare con attenzione è quale sia la base reale sulla quale un buon sindaco si muove, tanto da far s_ che, valutandone i comportamenti che salgono in superficie, ai Cittadini quei comportamenti piacciano. Come dire: se l'abitante del comune X è soddisfatto perchè ha verde, o parcheggio, o tasse meno alte, o pulizia nelle strade, o buono sviluppo produttivo vuol dire che il suo sindaco ci sa fare. Ma come mai in alcune circostanze queste realizzazioni sono possibili e in altre no? La capacità di amministrare sta solo nel 'fare il parcheggio' o piuttosto nell'essere un uomo (o una donna) tanto capace politicamente da riuscire a coagulare attorno a sè le forze necessarie per la realizzazione? E questa capacità, che cosa è? Certo, l'intelligenza, certo la lungimiranza, certo la tenacia. Ma anche, forse di più, l'esigenza di distinguersi come 'capo', la caparbietà, il gusto di piegare gli altri alla proprio volontà. E sopra a tutto brilla sicuramente una cosa: la politica. D'Alfonso è un animale politico ormai inusuale nel panorama abruzzese, ma a quanto sembra anche nazionale. D'Alfonso viene dalla politica, dalla vecchia scuola dei rapporti democristiani, D'Alfonso fa la politica, D'Alfonso va, verso la politica. Già si parla di lui a rappresentare il nuovo Pd, evidentemente non solo perchè altri uomini non ci sono, ma piuttosto perchè in una lungimirante (di nuovo!) architettura dell'assetto regionale della politica c'è bisogno di costruire scenari futuri già ipotecati. D'Alfonso sindaco d'eccellenza. Certo: D'Alfonso capace di impedire persino la sotituzione del direttore generale della sua Asl. Capace di forza (pareva pronto a difendere Angelo Cordone, An, con il corpo). Capace di forza, si, ma più importante è che sia capace di rapporti. Perchè la strenua difesa? Perchè la rappresentanza massima del Pd? Alcuni giurano di saperlo, altri azzardano supposizioni, alcuni le esplicitano. Ciò che conta, però, per essere primi, sono i risultati.  Sindaci onesti ce ne sono molti, che i parcheggi servano lo sanno tutti, solo D'Alfonso è tra i primi.  Perchè? Chissà, forse se fonderà una scuola per sindaci lo sapremo e altri diventeranno come lui. E tutti saremo felici come i Pescaresi.  

Leave a Comment