La Siviglia Wear Teramo contro la Rai Abruzzo: "Ci oscura"

TERAMO La Rai Abruzzo 'oscura' la Siviglia Wear Teramo basket. E considerando che si tratta dell'unica realtà abruzzese nella massima serie di pallacanestro, in questo modo penalizza tutti gli sportivi appassionati di questa disciplina che loro malgrado per conoscere risultati e andamento del campionato devono aspettare il lunedì mattina o dove possono sintonizzarsi sulle emittenti private che invece lo fanno. Una protesta formale è stata presentata dalla società alla Rai. Nel farlo, la Siviglia Wear Teramo cita il più recente degli episodi di 'oscuramento' da parte del servizio pubblico, la partita giocata domenica a Varese. 'Il Tg3 Abruzzo riporta la protesta ufficiale della società biancorossa nelle edizioni delle 14 e delle 19. 30 al sabato e in quella di domenica alle 14 ha mandato in onda regolarmente un'ampia rubrica sportiva con servizi e commenti com'è giusto sulle formazioni abruzzesi di calcio di serie B, C1 e C2. Nelle stesse edizioni nessuna parola, nessuna immagine, nessuna notizia per il basket e per l'importante gara della Siviglia Wear Teramo. La Teramo basket esprime incredulità, indignazione e rammarico per la circostanza, l'ultima di una serie di omissioni, indifferenze e noncuranze nei confronti della pallacanestro e della sua massima espressione in Abruzzo'. La protesta, giustificatissima e da sostenere, crediamo però sia destinata a restare nell'obl_o. Da molti anni ormai, la testata regionale o, meglio, la sua redazione sportiva (s)conosce tutte quelle realtà sportive che non si chiamano calcio. Raramente abbiamo sentito parlare di presentazioni (badate bene, solo presentazioni, ovvero annunci e non servizi) sulle partite in programma, ad esempio, nei campionati di pallavolo (c'è la serie A a Pineto), pallamano (ci sono 5 squadre di serie A nella regione), di calcio a 5 (il livello anche qui è elevato). Nessun approfondimento, nessun cenno, nessun servizio particolare. Fino all'anno scorso, quando c'era il derby con il Roseto, pure qualcosa di pallacanestro di sentiva (ed è amaro fare questo riferimento perchè stiamo parlando di una realtà che soltanto Bologna può vantare, due squadre in serie A1). Adesso evidentemente la misura è colma se è vero che la Siviglia Wear alza la voce. Beh, speriamo soltanto che la protesta fatta pervenire sul tavolo del direttore della testata Rai, Angela Buttiglione, oltre che al direttore della sede regionale, Carlo Fontana serva da ariete anche per le altre discipline, per sfondare un muro invalicabile di pigrizia e poco rispetto degli utenti di un servizio pubblico.

Leave a Comment