Tancredi e Buontempo insorgono contro gli aumenti

TERAMO Il consigliere regionale Paolo Tancredi e il coordinatore regionale di An, Teodoro Buontempo, insorgono contro l'introduzione di nuove tasse da parte della giunta Del Turco. «Un dono di Natale delle sinistre», tuona l'esponente di Forza Italia. «Irpef e Irap passeranno dallo 0. 9 all'1, 4% e dal 4, 25 al 5, 25% afferma Tancredi in una nota , con un aumento epocale delle imposte regionali, pari a 139 milioni di euro. La giunta regionale lo fa senza consultazioni con le categorie produttive interessate e sminuendo il ruolo del Consiglio, riducendolo a passacarte di provvedimenti».  «La cosa più grave _ sottolinea l'esponente di An _ è che le maggiori entrate derivanti dall'aumento della pressione fiscale, non andranno a coprire il disavanzo sanitario, ma saranno spalmate sul bilancio per coprire non si sa quali spese. La giunta, infatti, all'articolo 2 del disegno di legge ha  inserito una norma a dir poco scandalosa secondo cui, in applicazione del piano di risanamento del sistema sanitario regionale 20062009 e nel caso sia accertato il mancato raggiungimento degli obiettivi per gli anni 2006, 2007, 2008 e 2009, le imposte Irap e addizionale Irpef si applicano conclude Buontempo con riferimento all'anno d'imposta dell'esercizio successivo oltre i livelli massimi previsti dalla legislazione vigente, fino all'integrale copertura dei mancati obiettivi».

Leave a Comment