In Abruzzo si vive meglio a Teramo

TERAMO Se in Abruzzo si vive bene, a Teramo si vive meglio. Il Sole 24 ore colloca la provincia di Teramo al 62° posto nella graduatoria sulla qualità della vita, ex aequo con Ferrara. E' in sostanza migliore in tutte le “pagelle” che costituiscono la tabella di riferimento per stabilire la vivibilità di un territorio. Se per quel che riguarda gli Affari e il lavoro siamo al 44° posto, sotto il profilo del “miglioramento della qualità percepita dai cittadini” siamo all'11° e al 13° per “spirito d'impresa”. Se possiamo considerare eccellente la 42° posizione per qualità enogastronomia (frutto delle recenti nomination per vini e ristoranti segnalati nelle guide), subito dopo Parma, altrettanto non possiamo dire del 51° per dotazione infrastrutturale. Una sorta di bocciatura ci arriva dalla pagella ecologica (84° posto), mentre un leggero recupero lo registriamo negli acquisti in libreria (80°). Positivo è il commento del presidente della Provincia, Ernino D'Agostino: «Siamo soddisfatti ma non . appagati _ commenta il presidente Ernino D'Agostino _ rispetto all'anno passato risaliamo in tutte le classifiche e questo è un dato che non può che essere letto positivamente. Un risultato che è il frutto del territorio nel suo complesso: attori istituzionali, la rete di enti locali nella quale si colloca la Provincia, le imprese, il mondo dell'associazionismo e del volontariato. Il dossier del Sole disegna un territorio dinamico e su questo valore dobbiamo insistere per fare leva. L'indicazione da trarre, direi, è proprio questa: ci sono le risorse, dobbiamo fare sistema. In questa direzione orienteremo il nostro lavoro nei prossimi mesi».

Leave a Comment