Ambiente e rifiuti, che 2006 è stato?

PESCARA Programmazione e pianificazione per colmare il ritardo accumulato dall'Abruzzo in vari settori: dalla tutela dell'ambiente allo sviluppo del territorio, dalla gestione dell'energia a quello dei rifiuti. Sono le attività sulle quali hanno puntato principalmente nel 2006 e su cui si concentreranno anche nel 2007, l'assessore all'Ambiente e all'Urbanistica, Franco Caramanico, e la sua struttura, diretta da Antonio Sorgi. E' quanto emerso, questa mattina, a Pescara, nel corso di una conferenza stampa tenuta dallo stesso Caramanico per fare il punto della situazione sulle varie azioni intraprese. 'Per quanto riguarda l'urbanistica' ha esordito l'assessore 'il nuovo testo, approvato in Giunta nello scorso mese di agosto, è approdato in Commissione consiliare e ci auguriamo che possa arrivarare in aula al più presto. Nel frattempo, stiamo redigendo il nuovo piano paesaggistico e saremo una delle prime Regioni ad aver prodotto il secondo strumento di questo genere. In merito ai parchi' ha proseguito Caramanico 'è stato rilanciato il progetto APE, Appennino Parco d'Europa, che ci vede capofila di altre 15 regioni italiane mentre, a proposito di conservazione delle biodiversità, mi preme sottolineare l'importante accordo con il Ministero dell'Ambiente per la salvaguradia dell'orso bruno marsicano'. Capitolo rifiuti. 'L'elaborazione del piano regionale dei rifiuti' ha affermato Caramanico 'ha fatto registrare un lavoro estremamente intenso, anche sotto il profilo del confronto. Siamo in dirittura d'arrivo visto che il documento' ha osservato Caramanico 'deve essere discusso dall'ultimo tavolo di concertazione, previsto tra unm paio di settinane. Certo, i dati sulla raccolta differenziata dicono che l'Abruzzo, che si attesta intorno al 15%, deve ancora compiere molta strada ma le risposte fornite, in questo ambito, da alcuni comuni come Sant'Egidio alla Vibrata lasciano sperare in miglioramento'. Caramanico ha, poi, rivendicato il merito della Regione per aver redatto il piano regionale per lo smaltimento dei rifiuti portuali, uno dei primi in Italia, e di aver introdotto, grazie alla legge sulla differenziazione del tributio speciale, uno strumento di premialità nella raccolta differenziata. Senza contare i numerosi accordi stipulati con i vari Consorzi di gestione dei rifiuti, cicostanza che ha consentito di riaffermare norme certe e condivise. Infine, l'energia. Argomento chiave che presenta due ordini di problemi. 'Il primo è la tutela dell'ambiente anche in rapporto alle variazioni climatiche' ha detto l'assessore 'mentre il secondo è rappresentato dall'approvvigionamento energetico soprattutto in funzione del fatto che i combustibili fossli finiranno per esaurirsi. A tal prposito, ' ha confermato 'il nuovo piano, che punta su energie rinnovabili e risparmio, è già in fase avanzata e se ne prevede la definizione entro giugno. Ma intanto, grazie al qualificato apporto dell'Univesità d'Annunzio, ' ha concluso l'assessore all'Ambiente 'sono sul punto di essere definite anche le linee guida per la realizzazione dei parchi eolici'. Il direttore regionale di Territorio e Ambiente, Antonio Sorgi, ha ricordato, inoltte, i 53 milioni di euro di finanziamanto previsti dal piano triennale di tutela e risanamento ambientale, peraltro già approvato dal Consiglio regionale. Nel 2007 ci sarà finalmente la fase attuativa con l'apertura dei relativi cantieri. In conclusione, l'Accordo di Programma Quadro (APQ) sulle biomasse, da sottoscrivere con il Ministero dell'Ambiente, è in via definizione e prevede investimenti per circa 10 milioni di euro nel triennio. A margine della conferenza stampa, poi, un cenno al magnifico calendario 'Abruzzo Natura 2007', con le immagini più suggestive della fauna presente in regione, realizzato dalla Direzione Parchi e Amnbiente e stampato in un migliaio di copie.

Leave a Comment