"La sede centrale dell'Izs la facciamo all'Aquila"

L'AQUILA La città dell'Aquila è disponibile ad ospitare la nuova sede centrale dell'Istituto Zooprofilattico sperimentale dell'Abruzzo e del Molise 'G. Caporale' se Teramo tergiverserà ancora nell'attuazione dell'accordo di programma. Lo ha dichiarato questa mattina, a margine della conferenza stampa di presentazione della realizzazione all'Aquila di un Centro per la ricerca e la formazione nel settore della sicurezza alimentare dello stesso Izs A&M, il sindaco dell'Aquila, Biagio Tempesta (nella foto con il direttore Izs A&M, Caporale). Intervenendo sull'importanza dell'accordo sottoscritto con l'Istituto teramano, che 'porta all'Aquila una realtà scientifica di grande rilevanza internazionale, la cui presenza è significativa anche per lo sviluppo socioeconomico del nostro territorio' e raccogliendo l'invito dell'assessore Ugo Giannunzio, il primo cittadino aquilano ha confermato la disponibilità 'a ospitare la realizzazione della nuova sede centrale dell'Istituto all'Aquila'. La costruzione della nuova sede centrale dell'Istituto, oggi ospitato in una struttura di Campo Boario a Teramo costruita negli anni '40, è prevista da un accordo di programma sottoscritto nel 2001 tra il Ministero della Salute, la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo, il Comune di Teramo e l'Izs A&M. La nuova sede, per un investimento complessivo di 60 milioni di euro circa, dovrebbe sorgere nella zona di Colleatterrato Alto. Di recente, però, la stessa dirigenza dell'Istituto aveva denunciato lo situazione di stallo in cui versa la procedura realizzativa dell'accordo di programma, ritenendo che il Comune di Teramo ne ritardasse l'attuazione. Situazione ribadita anche stamani dal direttore dell'Istituto, Vincenzo Caporale, nel corso della conferenza stampa: l'assessore Giannunzio e il sindaco Tempesta hanno subito mostrato attenzione verso il problema e hanno dichiarato la disponibilità del Comune aquilano a subentrare a Teramo nel caso questa amministrazione non fosse più interessata alla realizzazione.

Leave a Comment