Cani pericolosi: Chiodi emette un'ordinanza

TERAMO C'è la necessità, secondo il sindaco di Teramo, Gianni Chiodi, di 'tutelare la comunità da comportamenti aggressivi tenuti da alcuni cani malcustoditi'. In base a ciò ha emesso un'ordinanza in cui vengono esplicitati diversi divieti. Tra i più significativi figurano: gli addestramenti che esaltino l'aggressività, operazioni di incroci, selezione, doping, taglio di coda e orecchie, recisione delle corde vocali, l'uso di collari o congegni che provochino sofferenze nel cane e conseguenziali reazioni aggressive. C'è, ovviamente, anche un elenco che illustra quali tipi di cittadini non possono avere cani di razze a rischio aggressività (ad esempio minori o persone sottoposte a limitazioni da parte della legge).

Leave a Comment