Margherita: il nuovo segretario in tarda serata

TERAMO I 1400 chiamati al voto, infatti, avranno la possibilità di votare, all'hotel Michelangelo, fino alla chiusura dei seggi, fissata per le 21 di questa sera. Di Pasquale o Franceschini sono l'ennesimo banco di prova e volano per un altro appuntamento: quello alla segreteria provinciale dell'11 marzo prossimo. Ma è anche vero che indipendentemente dal risultato (si parla da tempo di una vittoria dei ginobliani con l'80%) queste 'prove di democrazia' rappresentate dagli attori delle due compagini, non fanno che bene. Il riproporsi di una corrente minoritaria (che potrebbe continuare ad essere la nisiana,  il gruppo cui appartiene Franceschini) è un segno di volontà di politica che non va sottovalutato. Sbaglia chi pensa che le correnti, oggi, siano autoreferenziali e servano solo al mantenimento di poltrone: le correnti sono linfa e vita democratica. Lo dimostra questa situazione e la serietà con cui i ginobliani affrontano i nisiani, a loro volta più chiaramente e trasparentemente tutti al lavoro. Vedere Di Pasquale e Fransceschini contrastarsi ha fatto bene, ha segnato una ripresa del confronto (non solo, non necessariamente nella Margherita di Teramo). Anche in vista del Pd, che al contrario di quanto ufficialmente viene detto, non è il grande 'esito' poltico voluto da tutti. Ultima ciliegina nel movimento della torta messo in moto dall'attuale confronto interno alla Margherita, l'attesa per le decisioni dell'Italia di Mezzo. Follini aderisce alla maggioranza, a Teramo Claudio Di Bartolomeo e i suoi sono nella maggioranza di centro destra ma defilati e scontenti, alla Regione (Di Bartolomeo è anche consigliere regionale), sono all'opposizione, in una compagine che anche qui, certo, non li vede in posizione di piena soddisfazione di ruolo. E' presto, però. Di Bartolomeo non pare pronto a sconquassi (anche perchè ovviamente non è solo). Ma non pare nemmeno voler attendere ancora a lungo per decidere di far sentire a Follini la solidarietà delle rappresentanze locali: per mercoled_ prossimo l'ex presidente del Consiglio comunale di Teramo ha indetto una riunione con la base. La piccola Margherita (forse i nisiani) tra qualche tempo potrebbero essere una buona sponda anche per le eventuali nuove solidarietà con l'Italia di Mezzo.

Leave a Comment