Opere Pubbliche: il Comune si dà  le regole

TERAMO Duecento cantieri per quasi 28 milioni di euro di opere. Questi i numeri forniti dal Sindaco Gianni Chiodi e dall'Assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Brucchi nella conferenza stampa di questa mattina, convocata per fare il punto sullo stato degli interventi realizzati dall'amministrazione sin dal suo insediamento. La conferenza è servita per presentare una novità: il cronoprogramma delle Opere Pubbliche. Si tratta di una vera e propria scaletta dei tempi che il Comune si dà per definire e monitorare le fasi che precedono l'avvio dei lavori. Da oggi in poi cos_, sia l'amministrazione che i cittadini potranno seguire passo dopo passo, tutte le procedure burocratiche che consentono di dare il via alle realizzazioni. Il crono programma è diviso in 5 fasi; la prima è quella del progetto preliminare e/o definitivo, per la quale sono previsti 45 giorni; la seconda è quella del progetto esecutivo e cioè quella relativa alla validazione che può andare tra i 30 ed i 45 giorni. La terza fase concerne l'approvazione dell'esecutivo e ha una durata massima di 60 giorni; il quarto passaggio è quello relativo alla gara d'appalto, per la quale sono previsti 60 giorno e quindi la fase conclusiva, quella dell'inizio dei lavori, che è lasciata alla discrezione delle aziende. In totale, quindi, dal primo giorno di progettazione a quello della consegna dei lavori, non passeranno più di 210 giorni. L'occasione è stata colta per presentare il quadro della situazione. Ad oggi sono 199 le opere pubbliche realizzate dall'amministrazione Chiodi; di esse sono state ultimate 107; 31 sono nella prima fase, 9 nella seconda, 4 nella terza, 6 nella quarta e 9 nella quinta. Le opere in corso, infine, sono 33. Per molti dei lavori è annunciata un'altra novità: verrà utilizzata una cartellonistica che, con modalità di facile lettura, presenterà i progetti, indicherà i tempi di esecuzione e le istruzioni per avere notizie o approfondimenti (foto).

Leave a Comment