Nasce il "Melting Point"

TERAMO  La Provincia di Teramo, nell'ambito delle iniziative dell'Assessorato alle Politiche Sociali, inaugurerà sabato (alle 12), a Martinsicuro, alla presenza dell'assessore regionale alla Cultura Betty Mura, il Centro Polivalente per gli immigrati “Melting Point'.  La struttura, finanziata con i fondi regionali per le politiche migratorie e patrocinata dal Comune di Martinsicuro, è uno spazio dedicato alle associazioni di immigrati e agli stranieri residenti nel territorio provinciale, e si propone di diventare un laboratorio dove le culture possano mescolarsi e arricchirsi reciprocamente. Il fine è quello di instaurare sinergie ed opportunità di integrazione, realizzando un vero e proprio “melting pot”.  Come è stato illustrato nella conferenza stampa (nella foto) tenuta questa mattina dall'assessore alle politiche sociali, Mauro Sacco, insieme alla dirigente Renata Durante, alla responsabile dell'osservatorio per l'immigrazione Liviana Bentivoglio e ad alcuni professionisti operanti nel centro (Massimiliano Papa, il coordinatore, e l'avvocato Laura Clementi, consulente legale) il Melting POinT svolgerà attività di consulenza gratuita nei confronti degli immigrati per le emergenze legate ai permessi di soggiorno, alle pratiche per l'abitazione, al lavoro, ma soprattutto avrà un ruolo di mediazione tra la scuola e le famiglie, i datori di lavoro e i lavoratori, i cittadini e le istituzioni.  La struttura, che intende operare in stretta connessione con enti locali, organizzazioni e associazioni, svolgerà attività di orientamento al lavoro in collaborazione con i Centri per l'Impiego e i sindacati, di supporto psicologico e promozione dell'inserimento sociale delle donne straniere, azione di raccordo con le comunità di immigrati, sostegno all'inserimento sociale.  Il centro offre anche corsi di lingua straniera (tigrigna, diffusa nelle zone dell'Eritrea e del Corno d'Africa, ma anche araba e cinese) e, inoltre, attività di doposcuola per studenti. Sono inoltre previsti corsi di formazione di breve durata su sicurezza nei luoghi di lavoro, diritti e doveri dei lavoratori, educazione sanitaria.  “Il nostro obiettivo _ ha spiegato l'assessore Sacco _ è quello di favorire il processo di integrazione, scongiurare il pericolo di discriminazioni e promuovere la multiculturalità. La creazione di un Centro polivalente per l'immigrazione risponde in questo senso all'esigenza di un raccordo sempre più stretto tra i servizi socioassistenziali, sanitari e scolastici e le istituzioni, attivando servizi di prossimità vicini ai bisogni delle persone”.

Leave a Comment