Siviglia, altra impresa buttata al vento

TREVISO Ha messo paura anche ai campioni d'Italia la Siviglia Wear, ma come già successo altre volte con le grandi, è il finale a tradire la possibilità di vittoria dei biancorossi. Al Palaverde c'è la discreta serata di Grundy (23 punti) a mettere in veidenza la Siviglia che matura anche il +12 ma perde alla fine di 7 (9083).  Vittoria sudata dunque per la Benetton Treviso, ma quella della squadra di Bianchi è stata una grande partita: hanno messo in difficoltà i campioni d'Italia grazie alla serata strepitosa da 3 punti di Grundy. Prova di maturità per la Benetton, con sei uomini in doppia cifra, e un ottimo Schumpert autore di 19 punti.  Teramo inizia senza il minimo timore reverenziale e piazza tutti i primi canestri della gara andando sul 47. Ma i teramani devono fare i conti con lo strepitoso inizio di partita di Schumpert, autore di dieci dei primi 12 punti della Benetton,  che a metà del primo quarto è sotto 1214. Teramo è unamacchina infallibile dall'arco dei 6, 25, e a un minuto dal primo riposo trova il massimo vantaggio con la tripla di Miller: 1826. La Benetton subisce il colpo, e ci pensa Grundy ad affondare Treviso con un recupero che costringe Mordente al fallo antisportivo sui cui sviluppi Teramo vola sul più dodici, 1830, punteggio che chiude il primo quarto.  Blatt scuote i suoi nel minuto di pausa e la Benetton torna in campo come un toro infuriato e piazza un break di 80 firmato MordenteZisis che riapre la partita. Teramo perde il filo della partita e Treviso può affondare i suoi colpi migliori in contropiede. La prima metà del secondo quarto dei biancoverdi è perfetta, e a metà tempo il divario è completamente recuperato: 3333 al 15' con un gioco da tre punti di Nelson. Sulla scia dell'entusiasmo Treviso trova anche il primo vantaggio della serata, 3533 con Zisis, ma Teramo ha un sussulto d'orgoglio e con un 50 ritorna sul 3540. La Benetton riprende il filo del discorso, grazie a un buon Mordente e ritrova il vantaggio, ancora con Nelson: 4140. Si va al riposo con Gigli che inchioda con una schiacciata il 4542 che chiude il primo tempo.  Il secondo tempo si apre con la Benetton che commette molti errori al tiro, e Teramo ne approfitta per restare attaccata alla gara, anche per merito alla serata di grazia di Grundy infallibile da tre punti. Treviso stringe le maglie difensive e cambia marcia in attacco, toccando il più 8, 6153 a due minuti dall'ultimo riposo, ancora con Schumpert. Teramo vuole giocarsi le carte a propria disposizione e a 20' dalla penultima sirena trova un insperato pareggio con la schiacciata di Bernard che inchioda il risultato sul 6262 a fine del terzo quarto.  La Benetton rimette la testa avanti in apertura dell'ultimo quarto con Nelson e Gigli a dominare sotto le plance, anche se Teramo rimane a contatto con un Grundy micidiale da tre punti.  Si arriva agli ultimi cinque minuti con la Benetton avanti 7572. Protagonista dell'ultima parte é senza dubbio Angelo Gigli, che con sette punti porta la Benetton di nuovo al massimo. Lo scout della gara:
BENETTONSIVIGLIA WEAR 9083  (1830; 4542; 6262)
Benetton: Lyday, Zisis 16, Soragna 10, Mordente 11, Rullo,  Sandri, Renzi, Gigli 13, Schumpert 21, Nelson 13, Goree 6,  Cuccarolo. All. : Blatt
Siviglia Wear: Miller 3, Brown 9, Bernard 8, Valentino, Poeta 4, Marzoli, Woodward 17, Santarossa, Lulli, Janicenokos 11,  Martinez 8, Grundy 23. All. : Bianchi.
Arbitri: Sahin, Grossi, Seghetti.
Note usciti per 5 falli: Mordente e Brown; tiri da tre Benetton 6/23, Siviglia Wear 8/19; tiri liberi: Benetton 16/19,  Siviglia Wear 13/19; rimbalzi: Benetton 39, Siviglia Wear 34.

Leave a Comment