Una scuola grande come l'Europa

ROSETO La Città di Roseto ha conquistato i cuori dei delegati delle scuole di Spagna, Francia, Portogallo, Romania e Grecia che da ieri sono ospiti in città nell'ambito del progetto Comenius 1 che vede capofila la scuola media unificata “D'Annunzio Romani” di Roseto.  I delegati sono stati ricevuti questa mattina dalle autorità cittadine. Una collaborazione molto significativa che vuole sottolineare il ruolo importante della scuola nell'ambito del processo di costruzione di una Europa che rispetti la libertà e l'identità di ciascuno dei popoli che la compongono.  Le delegazioni sono state accolte dal sindaco Franco Di Bonaventura, dalla viceSindaco Teresa Ginoble e dal presidente del Consiglio, Achille Frezza.  Nel suo intervento di saluto la Vice Sindaco Teresa Ginoble ha espresso un caloroso benvenuto a tutti i delegati ed in particolare ai docenti provenienti dalla Romania, ricordando la recente adesione all'Unione Europea. Ha poi ringraziato il dirigente e gli insegnanti della Scuola Media “D'Annunzio _Romani” per l'impegno e la professionalità con cui svolgono il delicato compito di educare i giovani all'incontro degli altri e al rispetto delle differenze.  Il presidente del Consiglio Achille Frezza ha sottolineato l'importanza del progetto Internazionale Comenius 1 e la necessità di una scuola aperta all'universalità, capace di promuovere una nuova cultura della pace.  Nel suo intervento, il sindaco Franco Di Bonaventura ha ricordato le radici comuni dell'Europa ed ha espresso l'augurio che la collaborazione tra i docenti dei diversi paesi possa offrire importanti opportunità ai giovani e all'intera comunità.

Leave a Comment