I vigili urbani vogliono le armi

ROSETO Arrivano da tutto l' Abruzzo ma anche dalle Regioni limitrofi i delegati italiani del Sindacato Unitario dei Lavoratori della Polizia Municipale, che da oggi a Roseto partecipano alle due giornate di studio che il Sulpm. ha promosso nell'ambito dell'attività di aggiornamento a favore degli operatori di Polizia Locale e degli Amministratori comunali. I lavori, ospitati presso il Lido D'Abruzzo, sono stati aperti questa mattina dal Sindaco della Città Franco Di Bonaventura che, nel salutare i presenti ha voluto sottolineare il ruolo sempre più importante svolto dal Corpo di Polizia Municipale, nell'ambito delle attività per la sicurezza della collettività e del territorio. Nel suo intervento il Sindaco ha espresso vivo apprezzamento per l'impegno quotidiano profuso dalla Polizia Locale a fianco delle amministrazioni ed ha ringraziato i delegati provinciali del Sindacato che hanno scelto la Città di Roseto come sede ideale dell'importante incontro di aggiornamento, con particolare riferimento a Tiziana Gimminiani, in forze presso il Comando di Roseto, che ha organizzato l'incontro insieme a Massimiliano De Nardis e Carlo Santini. Le due giornate di studio offrono l'opportunità di approfondire argomenti di estrema rilevanza nella quotidiana attività della Polizia Locale, con particolare riferimento al commercio su aree private e su aree pubbliche e l'infortunistica stradale. Ma nel dibattito è entrato anche il tema delle armi in dotazione alle Polizie Locali. Il Sulpm si è dichiarato favorevole, sottolineando che si tratta di un elemento di sicurezza personale. Tra i relatori Salvatore Anzalone _ Funzionario 1° Gruppo Polizia Municipale di Roma e Antonio Di Maggio, Comandante 8° gruppo di Polizia Municipale di Roma.

Leave a Comment