E' notte fonda al Comunale

TERAMO E' notte fonda al Comunale, dove il Teramo perde faccia e partita contro un Gallipoli non trascendentale ma ordinato (02). Fatta eccezione per la traversa iniziale centrata da Favasauli (1'), Il Teramo ha subito prima la pressione dei pugliesi e poi il loro possesso di palla. Unica azione contro la porta di Lafuenti il colpo di testa di Cascone nel finale di gara, sventato miracolosamente dal portiere del Gallipoli: ma si era già sul 20. Un Fiorucci definito anche dall'entourage societario 'al capolinea', insiste nelle scelte cervellotiche e manda in campo una difesa anomala con Radi e Migliaccio centrale e Filippi esterno, tranne che modificarne l'assetto a danni ormai fatti con l'ingresso di Bono. Di poco peso il centrocampo formato da Andreulli, Capodaglio e Niscemi, con un Catalano spaesato e fischiatissimo, e il solo Myrtaj evanescente sul fronte d'attacco. Contro un Teramo cos_ il Gallipoli va a nozze e trova il gol al 7' in una mischia in area, Califano alza la palla contro la traversa e sulla ribattuta il tapein è di Ambrogioni. I pugliesi trovano tutto facile con il vantaggio; il Teramo riesce anche a segnare ma Catalano è in evidente fuorigioco (38'). La ripresa si presenta in maniera ancor peggiore: all'11 è rigore contro il Teramo per un fallo su Carrozza, ma Paoloni ci mette una pezza e para la conclusione centrale di Cimarelli. E' la scossa che rimette i biancorossi in carreggiata. Macchè, la squadra è senza idee e senza gioco, il pubblico fischia e contesta e lascia il campo al 31' quando in campo va in scena la grottesca autorete di Radi che scavalca con un millimetrico pallonetto di testa il proprio portiere Paoloni. E' la resa, che costringe anche il presidente Malavolta a lasciare il Comunale con un quarto d'ora d'anticipo. Chi non si arrende è Fiorucci, che al solito commenta in sala stampa un'altra partita e che viaggia verso un poco invidiabile record da retrocessione: 5 punti in 10 partite alla guida del Teramo. Ma il problema non è soltanto lui: di una squadra cos_ limitata non può non risponderne anche il direttore sportivo Cesaroni. Teramo: Paoloni, Cascone, Radi (39' st Romano), Filippi, Migliaccio, Capodaglio, Andreulli (10' st Baldi), Catalano, Myrtaj, Favasuli, Niscemi. A disp. Scarabattola, Pokleka, Schettino, Maury. All. Fiorucci.
Gallipoli: Lafuenti, Nigro, Di Sole, Cinelli, Ambrogioni, Musca, Carrozza (39' st Bellè), Di Giulio, Califano (35' st Jennaco), Cimarelli (45' st Frezza), Mele. A disp. Spina, Giglio, Franzese. All. Auteri.
Arbitro: Scoditti di Bologna.
Reti: 7' pt Ambrogioni, 31' st Radi (aut. ).

Leave a Comment