Pubblica Sicurezza: Chiodi scrive al Prefetto

TERAMO Il Sindaco Gianni Chiodi è preoccupato per la Pubblica Sicurezza a Teramo. Soprattutto dopo una serie di proteste a lui indirizzate da cittadini e alcuni articoli apparsi sui giornali. Per questo, ha preso carta e penna ed ha scritto al Prefetto Francesco Camerino chiedendogli di farsi interprete del crescente stato di preoccupazione presso le Forze dell'Ordine. Nella lettera il sindaco fa riferimento alle “segnalazioni che sempre più numerose pervengono da cittadini e che denunciano con crescente preoccupazione il verificarsi di episodi negativi di cui si renderebbero protagonisti gruppi o singoli individui presenti in città”. Il Sindaco ne cita alcuni e fa quindi riferimento ai giornali locali che non hanno mancato di denunciare anche in maniera circostanziata una situazione che “oltre a generare preoccupazione diffusa e crescente allarmismo, se non controllata rischia di minare lo stato per certi versi privilegiato della nostra città, quasi isola esemplare di sicurezza e tranquillità”. Il Sindaco Chiodi sottolinea comunque il già proficuo impegno delle Forze dell'Ordine che svolgono “un eccellente lavoro, al punto da rendere tali fenomeni ancora marginali”, ma ribadisce al Prefetto che è dovere del Primo Cittadino “girare le preoccupazioni che i teramani esternano e chiedere pertanto di farsi interprete presso le stesse Forze dell'Ordine di tali istanze”. “Ciò al fine di favorire tutte le iniziative più energiche, opportune e decise affinché possa essere contrastato il fenomeno ed arginata la diffusione”. Nella sezione “Primo piano” il testo integrale della lettera.

Leave a Comment