Chiodi protesta contro APTR e Provincia

TERAMO Il Sindaco di Teramo Gianni Chiodi ha inviato questa mattina al Presidente dell'APTR, Dott. Enzo Giammarino e al Presidente della Provincia di Teramo, Ernino D'Agostino, nella quale esprime il proprio ranmmarico per il mancato coinvolgimento della città nell'operazione promozionale in programma per le prossime settimane con alcuni tour operators statunitensi. Ecco il testo della lettera. Apprendo non senza stupore dagli organi di informazione della imminente visita in Abruzzo ed in provincia di Teramo di una delegazione di Tour Operators statunitensi, per le conoscenze e gli approfondimenti necessari ad includere le località nelle proprie proposte turistiche. Intendo esprimere il mio profondo rammarico nel constatare che tra le mete in programma non è stata inclusa la città di Teramo. Ritengo che tale esclusione sia di particolare gravità, intanto in considerazione del ruolo che la città assume quale capoluogo della provincia ma anche in considerazione del patrimonio a artistico, monumentale, delle testimonianze storiche ed architettoniche che non possono non essere considerate in una prospettiva come quella mostrata per l'operazione di cui si parla. E' sorprendente dover constatare come ancora una volta si manifestino disinteresse e scarsa sensibilità verso la città di Teramo, che pure e direi “naturalmente” dovrebbe invece esser considerata come il primo e principale riferimento nelle iniziative di natura turistica e culturale che coinvolgono il nostro territorio. Mi associo, nello stigmatizzare quanto avvenuto, al Sindaco di Atri, che ha già espresso uguale disappunto, sottolineando anche nel suo caso un disinteresse ed una disattenzione che lasciano sconcertati. Anche il sottoscritto, come il collega sindaco di Atri, farà pervenire nei prossimi giorni materiale cartaceo illustrativo della nostra città e delle sue peculiarità, con l'invito a voler eventualmente rivedere le determinazioni già assunte e considerare l'inserimento di Teramo nell'itinerario da proporre agli ospiti statunitensi. Gianni Chiodi

Leave a Comment