Maggio Fest: primavera in arte

TERAMO Presentata questa mattina nella sala Consiliare del Comune la XVI edizione del Maggio Fest, il cartellone di appuntamenti culturali organizzato dall'associazione Spazio Tre. In programma spettacoli che si svolgeranno quasi ogni sera dal 2 al 27 maggio, in spazi tradizionali e non, come il cineteatro Comunale, la multisala Smeraldo, la sala san Carlo, la Sala Consiliare, ma anche Chiostri e piazze. Quattro le sezioni per spettacoli mai convenzionali e invece irriverenti, provocatori, fedeli alle proposte di nicchia di Spazio Tre, in ossequio all'immagine ed alla maliziosa essenza del fauno che ne incarna il logo, disegnato ancora una volta dall'artista Stefano Canulli.  Si comincia col Cinema e con l'omaggio al giovane regista Saverio Costanzo, che parteciperà ad una delle serate a lui dedicate; nella stessa sezione, una carrellata dal titolo “Demoni e gay”, e cioè uno sguardo approfondito sul rapporto tra letteratura e omosessualità nel cinema. Torna il Teatro in questa nuova edizione del Maggio, con spettacoli particolarissimi che verranno proposti nella stessa sede dell'associazione, in via Cona: si comincia con una piece sul delirio urbano “Turbamenti notturni” e si prosegue con una sul delirio umano “Mozart e Salieri”. Per la sezione Danza un appuntamento sottolineato con enfasi: i nuovi esperimenti del linguaggio gestuale su spunti mitologici proposti dalla compagnia AbbondanzaBertoni. Anche quest'anno, poi, musica etnica, musica colta, ricerca sulle tradizioni musicali folk; di nuovo ballo in piazza, indiavolato e scatenato, con “Tarantella d'amore” di Ambrogio Sparagna. Le note sonore, in molti appuntamenti, sono composte dal vivo da due musicisti teramani: Enrico Melozzi e Stefano De Angelis. Il Maggio è stato presentato dalle due anime di Spazio Tre: Silvio Araclio e Carla Piantieri, accompagnati dal Sindaco Chiodi. La prova istituzionalmente più autorevole dello spessore culturale ormai acquisito dalle notti del maggio teramano.

Leave a Comment