Liberazione: Chiodi replica a chi contesta

TERAMO Il Sindaco Chiodi risponde a chi ha alzato la polemica sul discorso da lui pronunciato ieri, per il 25 Aprile. In particolare, esponenti del centrosinistra hanno sostenuto che il Sindaco abbia pronunciato “un discorso di parte di stampo revisionista”. Chiodi si dichiara stupito dalle reazioni, soprattutto per due aspetti. “Il primo _ sostiene il Sindaco è la perplessità su ciò che io ho ritenuto di individuare come un percorso che, nato dal 25 Aprile con la Liberazione è poi approdato al risultato elettorale del 1948, grazie al quale si affermarono definitivamente i valori della democrazia, della libertà, dell'atlantismo, dell'europeismo e dell'occidente”. La seconda ragione della perplessità del Sindaco viene dal fatto che “chi solleva le polemiche è partecipe del progetto politico per la creazione del Partito Democratico. Personalmente guardo a tale passaggio con interesse e trovo quindi contraddittorio che, a fronte di un evento che sancisce implicitamente il riconoscimento degli stessi valori che le elezioni del '48 resero fondanti, ora si usi uno sguardo politico orientato ad un orizzonte differente. Spero, pertanto, che il processo in atto sia sincero”. Nella sezione Primo Piano del sito il testo integrale del discorso del Sindaco.

Leave a Comment