Trafugate sei sculture della via Crucis

TERAMO Dal furto sacrilego di sei sculture in legno del XVIII secolo dalla cappella di Sant'Antonio all'identificazione degli autori e al ritrovamento di parte del bottino sono trascorsi pochi giorni, grazie alle indagini dei carabinieri della stazione di Teramo. I militari hanno rinvenuto parte del bottino in casa di un 50enne teramano con precedenti penali (denunciato a piede libero per ricettazione) e hanno identificato anche gli autori del furto, un 20enne e il suo complice minorenne, entrambi di Teramo, adesso accusati di concorso in furto aggravato. Le sculture, che raffigurano le stazioni della Via Crucis, erano state trafugate dalla cappella di proprietà della Asl, nella struttura dell'ex manicomio. All'appello però mancano altre sculture che i carabinieri stanno cercando.

Leave a Comment