Siviglia, la rimonta non basta (75-78)

TERAMO  Non sono bastati tre minuti di trance agonistica alla Siviglia Wear per salvare in extremis una stagione balorda. Quei tre minuti che, a partita già chiusa come molti credevano dopo aver visto il terzo quarto della Lottomatica, sono serviti a Poeta e compagni per piazzare un 80 decisivo per riaprire il match quando mancavano una manciata di secondi più di un minuto alla fine. Ma capita che, soprattutto se hai speso molte energie per arrivare a tanto, non hai la lucidità giusta per fare la scelta migliore: e dare a Bodiroga i tiri dalla lunetta e assicurare a Roma il margine di tre punti per portare fino alla sirena il match è senz'altro cosa poco giusta. Ma la Siviglia non doveva arrivare a tanto e non può perdonarsi il blackout che nel terzo periodo l'ha portata a subire un pesantissimo 2213 che ha rotto l'equilibrio che ha appassionato il Palaska per 20 minuti. Nè Roma, nè Teramo erano riuscite fino a quel momento a vivere di un margine maggiore dei 6 punti: lo aveva fatto la squadra di Repesa al 7' (1420) con la tripla di Righetti, c'era riuscito il quintetto di Bianchi al 17' con Lulli (3732). Quando ti aspetti che la partita possa finire in mano dell'una o dell'altra (4042 alla fine del primo tempo), la crisi della Siviglia che di solito conoscevamo nell'ultimo quarto, stavolta arriva in anticipo, lanciata dal duo HawkinsRighetti che in appena due minuti fanno 112 (4253). La Lottomatica spadroneggia e incrementa il vantaggio che arriva fino a +16 (4662 al 26') e la gara sembra chiusa qui, con il quarto periodo da giocare solo per la statistica. E invece il match si infiamma grazie a Poeta, vero motorino della Siviglia (caricato ancor più dalla decisione della società di mettere fuori rosa Woodward dopo le intemperanze con i tifosi del post Reggio Emilia), i cui 10 punti consecutivi riaprono la gara, assistito da un Martinez che arpiona 14 rimbalzi, consegnandola però al finale che abbiamo raccontato. La Lottomatica consolida il secondo posto con Lorbek e Hawkins che didivono il titolo di mvp del match. Il tabellino dell'incontro:
Siviglia Wear TeramoLottomatica Roma 7578 (2223, 4042, 5364). SIVIGLIA: Miller 11, Brown 4, Poeta 20, Hurd 2, Papanikolopoulos 6, Lulli 2, Janicenoks 13, Martinez 11, Grundy 6. N. e. Valentino Marzoli, Di Loreto. All. Bianchi.
LOTTOMATICA: Giachetti, Hawkins 25, Tonolli 3, Righetti 16, Bodiroga 8, Stefansson, Lorbek 18, Garri, Chatman 6, Chiacig 2. N. e. Gabini, Askrabic. All. Repesa.
ARBITRI: Tullio, Sahin, Pozzana.
NOTE: tiri liberi: Teramo 26/55; Roma 9/17 ; tiri da tre: Teramo 6/18; Roma 7/23; rimbalzi: Teramo 39; Roma 29. Spettatori: 3. 400(incasso non comunicato).

Leave a Comment