Lonardo Masstella sull'eco

LONARDO MASTELLA A PRODI, PER SUD INFRASTRUTTURE E FORMAZIONE

(ANSA) TERAMO, 28 APR I Dico, la vicenda Sircana, il
funzionamento del consiglio regionale e una proposta a Prodi
sono alcuni degli argomenti affrontati dalla presidente
dell'Assemblea della Campania, Alessandra Lonardo moglie del
ministro della Giustizia, Mastella in un'intervista che
apparirà sul numero di maggio dell''Eco di San Gabriele',
mensile del santuario dei Padri Passionisti, che ne ha
anticipato una sintesi.
  Al presidente del Consiglio, Romano Prodi, la Lonardo
consiglierebbe, per il rilancio del Sud, 'Infrastrutture e
formazione: il nostro problema, si sa, riguarda il lavoro e per
crearlo ci vogliono infrastrutture e quindi formazione'.
  Un consiglio anche a tutti i politici, partendo dalla vicenda
del portavoce del Governo, Silvio Sircana, coinvolto nella
'Vallettopoli': Dapprima afferma che 'al posto di sua moglie
non avrei voluto neanche vedere le foto' e poi aggiunge:
'D'ora in avanti dovremo stare attenti anche alle persone a cui
diamo la mano. Le persone che svolgono un ruolo pubblico devono
essere giudicate per le cose che fanno in pubblico. La vita
privata deve essere salvaguardata da tutti'.
  'Credo che i risultati di questo Consiglio regionale siano
sotto gli occhi di tutti afferma la presidente . Mai era
stato cos_ protagonista. Prima che diventassi presidente, fino
a mezzogiorno nel parcheggio del palazzo praticamente non c'era
una macchina. Adesso, invece, già alle 9, 30 non si trova più
posto. Evidentemente l'esempio di una persona che si dedica
dalla mattina alla sera al suo compito ha spinto sicuramente
anche altri. Tra me e tutti i componenti del Consiglio, poi,
c'é grande sintonia'.
  Alessandra Lonardo Mastella chiarisce poi di 'non essere
affatto una collezionista di poltrone. Il mio soprannome è
'duracel' visto il grande impegno e la perseveranza che metto
nel lavoro'.
  Sui Dico ritiene che 'l'argomento non doveva essere inserito
nel programma di Governo: andava trattato con una proposta di
legge che avrebbe potuto trovare ampi consensi. Per me
l'omosessualità non è uno scandalo però. Non è assolutamente
uno scandalo essere omosessuale, eviterei soltanto questa
enfatizzazione che si sta facendo'.
  Rivela, poi, che sul 'no' al divorzio oggi ha 'qualche
perplessità: anche oggi Clemente continuerebbe a votare s_, io
pur non avendo cambiato idea, negli anni ho però maturato
qualche perplessità'. (ANSA).

Leave a Comment