"No all'arretramento della stazione Fs"

TERAMO  Cgil Trasporti Teramo e le Associazioni ambientaliste Italia Nostra, Teramo Nostra e Wwf si sono dette contrarie all'arretramento della stazione ferroviaria ed hanno chiesto all'Assessore provinciale e vice presidente della Provincia, Giulio Sottanelli, di approntare uno studio di fattibilità che abbia come obiettivo il prolungamento del servizio ferroviario, da realizzarsi anche per fasi, dando priorità all'interramento del tracciato ferroviario fino al sito dell'attuale stazione.  L'arretramento non condiviso dalle associazione è previsto dalla scheda B37 del piano regolatore generale in via di approvazione da parte del Comune di Teramo.  Le associazioni sottolineano in una nota che ciò aprirà la strada ad una speculazione da 30. 000 metri cubi edificabili da destinarsi ad edilizia privata e commerciale e che 'tale insediamento edilizio precluderà il possibile avanzamento ferroviario fino ai parcheggi di San Francesco e San Gabriele,  impedendo cos_ quel potenziamento del servizio su rotaia che la Regione Abruzzo dichiara di voler attuare con la riqualificazione delle stazioni, l'aumento delle corse ed il rinnovo di materiale rotabile.  I proponenti affermano che l'interramento della ferrovia ricongiungerebbe due parti della città e consentirebbe il recupero di un'area immensa da destinare a verde pubblico e parcheggi di scambio, senza peraltro rinunciare alla possibilità in futuro di prolungare la linea ferroviaria fino ai parcheggi a ridosso della città.

Leave a Comment