Record di finanziamenti alle imprese

TERAMO  Le imprese abruzzesi, subito dopo la Campania, tra dicembre 2005 e dicembre 2006 hanno registrato in Italia il più alto incremento percentuale di finanziamenti bancari, stabilendo un record rispetto alle principali regioni settentrionali e dimostrando un crescente dinamismo nel rapporto tra le banche e un'area dalle grandi potenzialità. Si tratta, infatti, di 13, 8 miliardi di euro per un incremento annuale del 23, 4%. Sono i dati dell'ultimo rapporto dell'Osservatorio permanente bancheimprese (costituito da Abi e 13 associazioni imprenditoriali) presentati dal Presidente di Abi Abruzzo, Antonio di Matteo, che ha riunito a l'Aquila negli scorsi giorni la Commissione regionale con l'obiettivo di definire un'agenda di lavoro sui temi di interesse comune con imprese e professionisti: dalla riforma del Tfr al ruolo dei Confidi, dagli interventi regionali in favore delle aziende al turismo. E puntando, in particolare, all'ulteriore rafforzamento dei rapporti con le Camere di commercio locali.  Per Antonio di Matteo “l'economia regionale sta mostrando segnali di crescita che dobbiamo continuare a sostenere. In questo senso, consolidare le relazioni e la collaborazione tra banche, imprese e professionisti rappresenta il percorso migliore per creare le condizioni per un rilancio della competitività sul territorio”.  L'Aquila, in particolare, è la provincia che in Italia ha segnato la più alta crescita percentuale di impieghi bancari alle imprese locali: +53, 4% nell'ultimo anno pari a 2, 5 miliardi di euro. Più distanziate Chieti con un incremento del 25, 7% per 4, 1 miliardi, Pescara con 3, 4 miliardi e un aumento del 16%, e Teramo con 3, 6 miliardi e +12, 2% di sviluppo.

Leave a Comment