Botte a moglie e figlio tredicenne

ROSETO i carabinieri della stazione di Roseto hanno arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un macedone di 39 anni. L'uomo è accusato di aver preso a calci e pugni la moglie 39enne e il figlio tredicenne nella loro abitazione a Roseto. E' stato il ragazzino ad avvertire i vicini e poi i carabinieri: si è divincolato dalla presa del padre ed è riuscito a fuggire dalla finestra. Quando i militari sono arrivati nell'abitazione, hanno trovato l'uomo che picchiava la moglie. Lui è stato arrestato, i familiari accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale di Giulianova dove sono stati medicati per contusioni e ferite e giudicati guaribili la donna in due settimane, il ragazzino in 8 giorni.  

Leave a Comment