Ad Ancona è buio pesto: 2-0

ANCONA Allo stadio Conero è buio e non soltanto perchè si giocva alla luce dei riflettori per il maltempo. L'Ancona batte il Teramo 20 con un gol per tempo ed entrambi allo scadere: Langella al 42' e Docente al 90'. Ma non sono stati soltanto i due episodi a condannare i biancorossi. La squadra di Gabetta non è esistita: evanescente in attacco, ballerina in difesa. E tra sette giorni al Comunale servirà una vittoria con almeno due reti di scarto. Ad Ancona i biancorossi sono stati seguiti da oltre 500 tifosi sui circa 3. 000 totali. Ancona con il 4211, Teramo con il 442 con l'annunciata presenza di Levacovich in esterna sinistra e Catalano centrale, con la coppia d'attacco formata da Myrtaj e Turienzo. I giocatori biancorossi all'entrata in campo hanno esposto un striscione di incoraggiamento al presidente Malavolta, ricoverato all'ospedale di Pavia. 'Malavolta, Teramo è con te'. Si gioca sotto i riflettori. Al 42' il vantaggio dell'Ancona: dal calcio d'angolo di Mammarella, perentorio colpo di testa di Langella che batte Paoloni. Nella ripresa la situazione non cambia, l'Ancona va più volte vicino al raddoppio, trovandolo pochi istanti prima del fischio finale. Nassi 'spizza' di testa la palla e sorprende la retroguardia teramana, pall sui piedi di Docente che brucia nell'uno contro uno Cascone e va a battere di destro Paoloni in uscita.

Leave a Comment