Scalone, la giunta comunale e la comunicazione

TERAMO Enzo Scalone, capogruppo consiliare DS al Comune di Teramo, si arrabbia. Non ce la fa più a vedere gli assessori di Chiodi che sbandierano risultati, che propagandano realizzazioni, che annunciano. Sbotta con un comunicato che sembra andare oltre la polemica politica per tradire forse una sorta di rancore. “Abbiamo visto in questi anni come per lavori anche di poche decine di migliaia di Euro, scrive il diessino il Sindaco e gli Assessori fanno conferenze stampa, interviste, dichiarazioni alle TV, inaugurazioni con rinfreschi finali ed altro ancora. In questi ultimi giorni, però, sono andati oltre ed hanno suscitato in noi, ma non solo in noi, l'indignazione: infatti, si sono appropriati, senza pudore, del lavoro e dell'impegno anche economico di altre Amministrazioni, Enti o Società”. Il riferimento è all'inaugurazione della strada dell'università, prevista per sabato e all'iniziativa della consegna gratuita del kit per il risparmio energetico. La prima è stata “progettata ed in parte realizzata dalle passate Amministrazioni”, la seconda è per Scalone, una specie di usurpazione, visto che la paternità dell'iniziativa è dell'Enel, la quale non verrebbe nemmeno citata.  “Non se ne può più” sottolinea l'autorevole rappresentante della minoranza, che chiude con un appello al Sindaco e agli assessori: “Più rispetto. Non tanto di noi oppositori, che essendo avversari e sconfitti forse non meritiamo pietà, ma e soprattutto per i vostri elettori che essendo persone intellettualmente oneste ed intelligenti, per riconoscere il bene dal male, il fatto dal non fatto, hanno bisogno di molto meno dei vostri urli; hanno bisogno di pochi messaggi con i toni giusti e la VERITA' sempre”.

Leave a Comment