Pena di morte: i Radicali chiedono la moratoria Onu

TERAMO I Radicali Italiani di nuovo in prima linea contro la pena di morte. Il leader, Marco Pannella, e' in sciopero della fame da aprile e in sciopero della sete da otto giorni. Il partito sollecita il Governo Italiano a chiedere la moratoria Onu sulle esecuzioni capitali. Nel 1997 l'Assemblea Generale respinse una mozione dei Radicali sulla pena di morte. Oggi, sostengono gli esponenti del partito, ci sono i numeri per riproporla e per farla approvare. All'assemblea Generale dell'Onu i votanti sono 192 ha spiegato Orazio Papili i favorevoli alla moratoria dovrebbero essere da 102 a 108, i contrari da 61 a 68, 16 o al massimo 22 gli astenuti e 7 i paesi indecisi'.  Il Comune di Teramo, la Provincia, Forza Italia e lo Sdi appoggiano i Radicali di Teramo in questa battaglia.  

Leave a Comment