Accessori falsi made in Cina

ALBA ADRIATICA Ad Alba Adriatica i finanzieri della Compagnia di Giulianova hanno sequestrato oltre 70. 000 accessori per abbigliamento contraffatti. Le indagini sono state incentrate su una serie di importazioni di manufatti provenienti dalla repubblica popolare cinese. Le Fiamme Gialle hanno individuato un locale, all'interno del quale c'erano articoli vari con marchi contraffatti. Il controllo eseguito dai militari ha permesso di rinvenire svariata merce che era stata acquistata da alcuni importatori cinesi, riportante una marcatura “CE” non conforme alle disposizioni di legge nonostante l'apposizione sui singoli oggetti del cartellino identificativo dell'importatore nonché la marcatura “CE” di conformità sulla sicurezza. Tra i prodotti sottoposti a sequestro spiccano oltre 52. 000 paia di occhiali recanti il marchio CE contraffatto che saranno ora sottoposti ad accurato esame peritale disposto dal magistrato, il sostituto procuratore Stefano Giovagnoni, per accertare se fossero in possesso degli standards qualitativi minimi per essere immessi in commercio senza ledere la salute degli ignari acquirenti. Il valore stimato delle merci sequestrate ammonterebbe a circa 400 mila Euro. Al termine dell'operazione, le Fiamme Gialle hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Teramo il legale rappresentante della società, una persona di nazionalità cinese, di 32 anni per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione. Nel frattempo proseguono le investigazioni della Guardia di Finanza tese ad acclarare quale sia il canale di approvvigionamento delle merci.

Leave a Comment