Nuovo Stadio: un "modello" per il Guerin Sportivo

TERAMO Sul “Guerin Sportivo”, il nuovo Stadio di Teramo viene preso ad esempio come operazione da imitare per la realizzazione di impianti in Italia. Una inchiesta apparsa sull'autorevole settimanale dal titolo: “Stadi, proviamo col Metodo Italia” mette a fuoco proprio il project financig di Piano D'Accio, grazie al quale “l'amministrazione comunale _ è scritto nel periodico è riuscita, senza un solo centesimo di spesa, a dotare la città di uno stadio nuovo di zecca e moderno (9mila posti a sedere, erba sintetica, utilizzo polifunzionale anche per concerti e spettacoli)”. All'impianto teramano è riservato un ampio riquadro dal titolo “Calcio e carrello” (evidente l'allusione al centro commerciale, ndr) e l'operazione viene definita come la prima applicazione del modello italiano per l'ammodernamento degli impianti sportivi. Ricco di particolari, il pezzo giornalistico non manca di far cenno alla data di inaugurazione dell'impianto, individuando il taglio del nastro per il prossimo settembre. Ovviamente viene messa in luce la positiva simbiosi tra pubblico e privato, grazie alla quale è stato possibile realizzare l'opera. E la chiusura del pezzo è davvero un omaggio incoraggiante: “Il futuro è già iniziato alle pendici del Gran Sasso”. Chissà se qualcuno, dalle parti nostre se n'è accorto come il giornalista che ha scritto l'articolo…

Leave a Comment