L'Interamnia World Cup più forte della guerra

TERAMO E' la forza attrattiva che soltanto l'Interamnia World Cup possiede: per esserci si farebbe di tutto. C'è anche chi, come la delegazione dell'Afghanistan, affronta una specie di missione impossibile e, incurante delle mille e mille difficoltà burocratiche determinate dallo status di Paese in guerra, accetta anche di farsi. . decimare nel numero per essere comunque a Teramo. Anche soltanto per l'ultimo giorno di Coppa. E' infatti encomiabile come hanno sopportato e in parte superato i tantissimi ostacoli i giovani atleti afgani: partiti dal loro disastrato Paese per essere all'Interamnia World Cup per il 6 luglio al massimo, sono stati bloccati al Cairo per due giorni e hanno rischiato di non arrivare per problemi di visti. Alla fine soltanto in quattro hanno avuto il lasciapassare per raggiungere il territorio italiano ma anche per loro è stato necessario attrezzare un volo di fortuna: un aereo militare nella tarda serata di oggi (lunedì 9 luglio) li porterà fino all'aeroporto di Pisa e l_ troveranno ad attenderli gli uomini dell'organizzazione della Coppa che li porteranno a Torricella, dove il comune ha messo a disposizione gli alloggi. E domani per loro, nella giornata di chiusura dell'Interamnia World Cup, saranno presenti e ospitati con gli onori perchè lo meritano, testimoni nel profondo di quanto lo sport voglia e riesca a battere tutte le difficoltà: e questo può accadere soltanto all'Interamnia World Cup.

Leave a Comment