Canzio: "D'Agostino deve tutelarci"

TERAMO _ Ancora Roberto Canzio, della Lista Civica, ancora la Discarica. Un nuovo comunicato del coordinatore della lista che fa capo all'assessore Di Dalmazio, in replica all'ennesima (a sua volta) nota del Presidente della Provincia D'Agostino. Canzio, con il tono consueto dei suoi comunicati, si rivolge direttamente all'interlocutore: “Caro Presidente, ha mai letto le classificazioni di rischio del Piano? Se lo avesse fatto, avrebbe dovuto sapere che tale classificazione non esiste!!”. Il riferimento è alla dichiarazione dello stesso D'Agostino per il quale: «l'ampliamento della discarica comunale non è possibile perchè il Piano di Assetto Idrogeologico individua il sito della discarica “La Torre” ad alto rischio». Canzio punta il dito ancora sulla mancata autorizzazione all'ampliamento della discarica La Torre: “Nelle zone a elevato rischio _ è il caso de “La Torre” _ è consentito l'ampliamento in tutte le Regioni italiane, mentre solo in Abruzzo tale possibilità è stata cancellata da una delibera di modifica” . Non manca una ironica precisazione terminologica: “Lei continua a rimproverare al Sindaco Chiodi di violare ogni elementare regola di “correttezza istituzionale”, ma caro Presidente lei sa benissimo che esiste anche il “dovere istituzionale”!! (…) Dovere, Presidente D'Agostino, che le avrebbe imposto di tutelare il nostro territorio nelle sedi opportune, impedendo di far approvare la modifica al P. A. I. , che è la reale causa dell'emergenza rifiuti nella nostra Città!”.  Infine una stoccata all'assessore provinciale al ramo: “Allucinante in tutta la questione, è la totale latitanza dell'Assessore all'Ambiente, per cui caro Assessore Assogna se c'è, batta un colpo”.

Leave a Comment