Agenzia Entrate, positivo il 97% dei controlli

PESCARA  Ha dato esito positivo, con il recupero di 72 milioni di imposte, il 97% dei controlli svolti dall'Agenzia delle Entrate dell'Abruzzo nel 2006.  L'attività di controllo informa una nota è stata soddisfacente sia in termini quantitativi che qualitativi perché l'Agenzia abruzzese ha superato gli obiettivi programmati, soprattutto in termini di maggiore imposta accertata e di riscossioni conseguite.  Apprezzabili anche i risultati del primo quadrimestre del 2007: gli accertamenti sono aumentati del 75, 34 per cento: dai 1. 752 del primo quadrimestre del 2006, ai 3. 072 dello stesso periodo di quest'anno.  In particolare prosegue la nota la maggiore imposta accertata nel 2006 è stata di 207 milioni di euro, + 16% rispetto al 2005 (178 milioni); la percentuale degli accertamenti con esito positivo è passata dal 93% del 2005 al 97% del 2006; i controlli su società di capitale sono stati 786 con una corrispondente maggiore imposta accertata di 126 milioni di euro.  In tema di evasione dell'imposta sul valore aggiunto (Iva) sono stati effettuati 1. 941 controlli con una corrispondente maggiore imposta accertata di 35 milioni di euro. In aumento del 57% anche la riscossione: dai 46 milioni del 2005 a 72 milioni.  Il tasso di utilizzo degli istituti deflattivi del contenzioso è passato dal 49% del 2005 al 55% del 2006 in seguito all' adesione e acquiescenza da parte dei contribuenti,  mentre il il tasso di definizione della maggiore imposta accertata, è passato dal 53, 11% del 2005 al 63, 40% del 2006.  In riferimento agli atti di definizione perfezionati su accertamenti ordinari, risulta che la maggiore imposta relativa 12, 996 milioni è stata definita per il 75% circa (9, 7).  Con riferimento agli atti di adesione perfezionati su accertamenti da studi di settore e da parametri, la maggiore imposta accertata di 5, 043 milioni è stata definita per 1, 840 milioni (36, 5%).

Leave a Comment