Incendi, in Abruzzo è emergenza

L'AQUILA La Protezione civile dell'Abruzzo informa che sono circa 20 i fronti di fuoco attivi e di grandi dimensioni che interessano il territorio della regione,  mentre un'altra ventina sono in fase di avanzata bonifica. Non si registrano vittime.  L'unica provincia in cui si registrano condizioni di ordinaria criticità è quella di Teramo, mentre per quelle dell'Aquila, Chieti e Pescara le condizioni sono definite 'di estrema gravità, tanto da determinare la mobilitazione di risorse straordinarie'.  Nell'Aquilano assai critiche sono le situazioni di Collepietro, Navelli e Caporciano, dove sono state evacuate alcune abitazioni. A Ortona dei Marsi sono stati messi a disposizione cinque autobus per l'evacuazione di gran parte dell'abitato. La strada statale 17 è stata interrotta tra Collepietro e Civitaretenga.  La Protezione civile riferisce che, in provincia di Chieti,  tra i Comuni di Casalbordino e Torino di Sangro sono stati distrutti due campeggi e altri due sono gravemente danneggiati.  Tutte le squadre del Corpo forestale, dei Vigili del fuoco e del volontariato della Protezione civile regionale stanno operando senza interruzione da dieci giorni.  Gli ospiti del campeggio 'Macondo' di Torino di Sangro, distrutto dalle fiamme, sono stati momentaneamente sistemati nella chiesa di Casalbordino Stazione, che dista circa due chilometri dalla struttura ricettiva turistica.  Sul posto stanno agendo le forze dell'ordine e volontari della Croce rossa italiana per dare loro assistenza. Nella zona sono giunte anche alcune ambulanze.  Quattro Canadair sono atterrati a Pescara, all'aeroporto d'Abruzzo, per fronteggiare l'emergenza incendi sul territorio regionale. Lo rende noto la Saga, la società che gestisce i servizi dello scalo, 'al momento in piena operatività per accogliere i quattro Canadair', due italiani e due provenienti dalla Francia.  I quattro mezzi, annuncia la Saga, 'si stanno levando in volo per limitare i danni al patrimonio boschivo, giudicati da Guido Bertolaso, responsabile della Protezione Civile, senza precedenti'.  La direzione della Saga, 'insieme al personale operante, si unisce al dolore per la tragica scomparsa di Andrea Golfera, il pilota originario di Lugo di Romagna (Ravenna), decollato ieri con il suo Canadair dall'aeroporto d'Abruzzo e precipitato nell'Aquilano, ritenuto dai colleghi uno dei più esperti sul territorio nazionale, malgrado l'impatto con la montagna sia stato inevitabile a causa della fitta coltre di fumo'.

Leave a Comment