Asfissiata nel rogo del suo appartamento

SILVI E' morta asfissiata per il denso fumo sprigionato dall'incendio accidentale della televisione, prigioniera nel bagno senza finestra. La vittima si chiamava Rosalba Medoro, aveva 57 anni e viveva sola. L'incendio si è sviluppato nella notte e ha sorpreso la donna nella sua camera da letto: svegliata dall'intenso e acre odore del fumo, ha cercato riparo nel bagno dove peerò è stata asfissiata, mancando un'uscita di aerazione. Secondo uanto ricostruito dai vigili del fuoco di Teramo e Roseto intervenuti per spegnere l'incendio dell'appartamento, il fuoco si sarebbe sviluppato per un corto circuito del televisore e poi le fiamme si sarebbero propagate alle altre stanze, sviluupando un denso fumo che ha invaso l'intero appartamento. La donna ha riportato soltanto leggere ustioni dovute però all'elevata temperatura raggiunta dalla stanza in cui aveva cercato scampo. La magistratura ha aperto un'inchiesta e dopo il sopralluogo dei vigili del fuoco e dei carabinieri, su indicazioni del medico legale ha disposto il nullaosta per il seppellimento della salma.

Leave a Comment