E' morto Giammario Sgattoni

TERAMO Questa notte è morto, all'ospedale civile di Teramo, Giammario Sgattoni, notissimo uomo di cultura e autentico motore della vita intellettuale della città dal dopoguerra ad oggi. La morte è sopravvenuta al termine di una malattia. Funzionario dell'Ente Provinciale per il Turismo, Sgattoni è stato poeta, scrittore, critico e la sua voce è stata sicuramente tra le più autorevoli ed influenti del panorama culturale. Noto in tutta l'Abruzzo ma anche al di fuori della Regione, Sgattoni ha tessuto una fitta trama di relazioni con intellettuali e letterati di tutta Italia ed è stato uno dei protagonisti della vita cittadina degli ultimi decenni. E' stato tra gli ideatori del Premio Teramo per un Racconto inedito, di cui era ancora giurato. Lascia la moglie Anna Maria, la figlia Laura, la sorella Clotilde, i fratelli Ginesio e Marcello. I funerali si svolgeranno domani mattina alle 10. 30 nella chiesa del Sacro Cuore di via Pannella. Il sindaco di Teramo Gianni Chiodi ha diffuso una nota in cui celebra il rilievo che la personalità di Giammario Sgattoni ha avuto. ' 'La morte di Giammario Sgattoni priva la nostra città di una voce e di una intelligenza cui abbiamo sempre guardato con ammirazione e gratitudine. Mi unisco al dolore dei familiari, ai quali esprimo il profondo cordoglio, e rappresento il sentimento dell'intera città che oggi piange uno dei suoi più affezionati ed attenti figli. Sarebbe lungo elencare le occasioni in cui Giammario Sgattoni ha posto il suo impareggiabile contributo intellettuale a disposizione del Comune di Teramo, tra l'altro spesso con esemplare e generosissima liberalità. Tra tutte, però, non possiamo non ricordare il contributo essenziale per l'ideazione, la nascita, l'organizzazione e l'affermazione del Premio Teramo per un Racconto inedito, al punto che sappiamo di affermare il vero quando sottolineiamo che senza l'impegno, la convinzione e le conoscenze che Sgattoni vantava nel panorama letterario e giornalistico nazionale, la manifestazione non avrebbe trovato fortuna. Giammario Sgattoni era intellettuale dallo straordinario ventaglio di competenze e dalla profondissima cultura. Ritengo giusto sottolineare, in questa sede, l'amore straordinario che egli nutriva per la sua città; un amore che gli permetteva di conservare uno sguardo speciale, quasi incantato e sicuramente incapace di accenti negativi, e che riversava su tutti con quel suo stile al tempo stesso semplice eppure solenne. Teramo perde un intellettuale ed un cittadino che con la sua opera e la sua attenzione le ha dato lustro. Mancherà a questa città e mancherà anche a chi ha avuto in lui un riferimento esemplare. Gianni Chiodi'.  

Leave a Comment