"Perchè alla Asl di Teramo non c'è una seconda risonanza?"

TERAMO  Sulla liste di attesa che si creano presso i reparti del dipartimento di diagnostica della Asl di Teramo, il Presidente del Gruppo regionale della Sinistra democratica, Gianni Melilla, ha presentato un'interrogazione all'Assessore alla sanità, chiedendo 'per quale motivo l'Asl non si fornisce di un altro apparecchio di risonanza magnetica per ridurre le liste di attesa e non provveda a reintegrare il personale del dipartimento di diagnostica'.  'La Asl di Teramo scrive Melilla dispone di una sola risonanaza magnetica nucleare per 300 mila cittadini, laddove,  secondo i parametri sanitari, il rapporto dovrebbe essere di un apparecchio per ogni 100 mila abitanti. Inoltre il personale della diagnostica teramana è sotto organico non essendo sostituiti i radiologi e i tecnici che vanno in pensione'.  Secondo Melilla, 'nonostante gli sforzi del personale dei reparti dei presidi ospedalieri, tale situazione determina liste di attesa lunghissime'.

Leave a Comment