Pd: l'investitura di D'Alfonso fa arrabbiare Del Turco

TERAMO D'Alfonso segretario del nascente Partito democratico abruzzese? S_, anzi no. La Direzione regionale della Margherita aveva deciso cos_ ieri, con il placet del presidente del Senato Marini e dei Ds, ma con un vincolo: se avessero accettato lo stesso sindaco di Pescara e il Governatore. Ma oggi Del Turco ha minacciato le dimissioni e dunque, si torna indietro. Lo ha annunciato il vicepresidente della Provincia, Giulio Sottanelli, in una intervista rilasciata a Teleponte. E adesso? Non è escluso che si torni alle candidature, stavolte di tre esponenti, oltre a D'Alfonso e a Ginoble. Dunque Ottaviano Del Turco sarebbe pronto a dimettersi. Ad alimentare l'ipotesi c'é anche l'avvenuta convocazione all'Aquila, per oggi, di tutti gli assessori regionali e la riunione di giunta fissata per domani.  Oggi sono in programma diverse riunioni, a tutti i livelli.  Sabato scorso Del Turco ha concluso, a Napoli, i lavori della prima assemblea di Alleanza Riformista (Ar), la formazione che racchiude i socialisti usciti dallo Sdi per aderire al Partito Democratico, da lui promossa e fondata in primavera.  In merito alla segreteria regionale del Pd in Abruzzo, Del Turco ha sempre dichiarato di preferire una soluzione diversa da quella poi emersa ieri, anche se, almeno formalmente, non si è mai opposto alla figura di D'Alfonso. Condizione per scongiurare le sue dimissioni sembra possa essere l'individuazione di un serio antagonista come candidato alternativo.

Leave a Comment