Scuole, arrivano fondi per gli adeguamenti

TERAMO La Provincia di Teramo ha speso 300. 000 euro per i lavori di adeguamento in sette istituti superiori cittadini. Pronti gli appalti per il Liceo classico e il Programmatori di Teramo, per l'Ipsia di Atri.  Dieci classi del liceo scientifico di Teramo sono state trasferite al secondo piano dell'istituto tecnico “Comi”, in viale Bovio. Una soluzione “tampone” , concordata con i rispettivi dirigenti scolastici e con l'Ufficio scolastico provinciale, in attesa del Piano di riorganizzazione delle sedi scolastiche.  “Dal recente monitoraggio sui flussi scolastici e sulle strutture _ afferma l'assessore all'edilizia scolastica, Nicola Di Marco abbiamo verificato che vi sono istituti sovraffollati e altri sottoutilizzati. E' indispensabile, quindi, procedere ad una razionalizzazione dell'uso di questo patrimonio pubblico, sia per ragioni economiche sia per migliorare la fruibilità del servizio. L'attuazione del piano è previsto dall'anno scolastico 2008/2009 previa concertazione con la consulta dei dirigenti scolastici”.  Intanto, l'assessorato, ha messo in bilancio circa 1 milione e 300 mila euro per la realizzazione del secondo lotto dell'Iti di Sant'Egidio e per l'adeguamento alle norme antincendio al Liceo Classico e al Programmatori di Teramo, all'Ipsia di Atri.  “Abbiamo fatto il possibile affinchè l'avvio dell'anno scolastico avvenga nelle migliori condizioni _ continua l'assessore Di Marco _ chiediamo scusa agli studenti, alle famiglie e agli operatori della scuola per alcuni inevitabili disagi causati dai lavori ancora in corso in pochi istituti. Si tratta di piccoli interventi che termineranno fra pochi giorni”.

Leave a Comment